Uno zuccherino chiamato Viareggio per dimenticare l’Ascoli. Mattioli: Ci faremo valere

L’amaro per il pareggio casalingo con l’Ascoli ancora non accenna ad andarsene (“Ho un qualcosa che mi blocca qui a livello dello stomaco”, dice Francesco Colombarini), ma se non altro c’è lo zuccherino della partecipazione alla prossima Viareggio Cup ad addolcire il clima in via Copparo. Lo avevamo anticipato già tempo fa, ora è ufficiale oltre ogni dubbio: la SPAL, con la sua Primavera, tornerà dopo addirittura sessantuno anni a competere per quella che una volta veniva chiamata “Coppa Carnevale”. Il torneo viareggino è ancora oggi l’appuntamento giovanile più importante per le squadre Primavera italiane e internazionali, per questo la dirigenza biancazzurra ha presenziato al gran completo nella conferenza stampa di ufficializzazione: “Ci tenevamo molto – ha detto un sempre sintetico Colombarini – e sono sicuro che questa partecipazione avrà risvolti positivi per la società e per la città. Personalmente la vedo come un’esperienza positiva, speriamo arrivino anche dei risultati”.

Il fatto che la proposta di partecipazione sia giunta direttamente dagli organizzatori fa anche capire come la considerazione di cui inizia a godere la SPAL inizi a segnare livelli rilevanti: “Si è presentata questa occasione – ha raccontato Walter Mattioli – e dopo esserci consultati con la Lega di B abbiamo iniziato ad organizzarci. Per noi è motivo d’orgoglio riportare la SPAL al Viareggio dopo l’unica partecipazione del 1956. Sono sicuro che i ragazzi della Primavera faranno bella figura perché ci sono ottimi giocatori, alcuni tenuti d’occhio anche da squadre della serie A. Faremo parlare di noi anche in questa occasione”.

L’edizione 2017 della Viareggio Cup si giocherà tra il 13 e il 29 marzo e vedrà la partecipazione di 40 squadre italiane e internazionali che verranno divise in dieci gironi da quattro. Si qualificheranno agli ottavi di finale le prime classificate di ciascun girone e le sei migliori seconde. Le partite si giocheranno principalmente al “Torquato Bresciani” di Viareggio e al “Bruno Federghini” di La Spezia. Ma non è da escludere che in via eccezionale alcune partite possano essere giocate lontano da Toscana e Liguria. Ad esempio la SPAL ha chiesto di poter giocare una delle sue partite in via Copparo, in modo da dare risalto alle novità che riguardano il centro d’addestramento intitolato a Gibì Fabbri: “Abbiamo fatto questa richiesta – ha spiegato Davide Vagnati – perché vorremmo che tutti potessero vedere le nostre strutture. C’è anche la possibilità che in caso di sfida con una grande squadra che la partita venga tramessa da RaiSport. Tutto questo per noi è un vanto e lo facciamo soprattutto per valorizzare il grande lavoro fatto da Ruggero (Ludergnani) e tutto il settore giovanile”.

Proprio a Ludergnani è stato affidato il compito di raccontare come è nata l’idea: “Quando ci è arrivata la proposta da Viareggio siamo rimasti un po’ così, ma poi dopo averne parlato ci siamo resi conto che si poteva fare e che la società credeva molto in questa opportunità. Presenteremo una squdra che si sta comportando bene nel suo campionato e aggregheremo qualche 2000 della nostra Under 17. Mercoledì 8 febbraio ci saranno i sorteggi dei gironi a Viareggio, saremo presenti per vedere quale sarà il nostro cammino. Confido molto nella possibilità di giocare una partita qui a Ferrara, in modo che il nostro pubblico possa partecipare numeroso”.

L’occasione è stata utile anche per annunciare ufficialmente la firma del contratto da professionista di Alessandro Di Pardo, centrocampista classe 1999 della stessa squadra Primavera: “Mi sembra un altro segnale importante da parte della società – ha rimarcato Vagnati – che dimostra con i fatti di credere nel settore giovanile. Di Pardo si sta mettendo in mostra e presto debutterà con la Nazionale Under 18, per cui ci è parso giusto premiarlo con un contratto”. L’accordo scadrà nel 2019.

Per chi volesse dare un’occhiata alla squadra di mister Rossi in azione peraltro c’è un’opportunità dietro l’angolo: sabato alle 14.30 il match esterno con il Milan verrà infatti trasmesso da RaiSport.

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0