Cambio di programma sulla gradinata? Vagnati a Telestense: Probabile una ristrutturazione

Mentre i tifosi attendono con ansia che l’amministrazione comunale scopra le carte sui progetti futuri per il Paolo Mazza, ci ha pensato Davide Vagnati a prodursi nella più classica delle anticipazioni durante la sua ospitata a “Lunedì Sport”, il programma sportivo in onda su Telestense. Interpellato sull’argomento dal collega Alessandro Sovrani, il dg della SPAL ha di fatto inserito un tema nuovo nella discussione, ipotizzando una sistemazione della gradinata e non una demolizione come ormai viene teorizzato da mesi.

“La situazione – ha detto Vagnati – è in via di definizione, in questi giorni si dovrebbero incontrare la SPAL e l’amministrazione per discutere le nuove idee e i nuovi progetti. Ci sono in piedi delle cose importanti e allo stesso tempo fattibili entro la prossima estate. Un progetto per far sì che lo stadio sia pronto per il nuovo campionato. La copertura della gradinata? Non lo so, sicuramente vogliono portare lo stadio a essere pronto con la gradinata agibile e la nuova curva Est. Se venisse rifatta la gradinata da zero non sarebbe possibile essere pronti subito. Se poi verranno altri interventi successivamente non lo so, da quanto ho capito si punta a completare i lavori già per il prossimo campionato. Anche perché dispiace lasciare fuori la gente. Secondo me in questo momento bisogna badare al sodo, poi eventualmente altri progetti verranno presi in considerazione più avanti”.

Per quanto dall’amministrazione siano giunti segnali circa la volontà di non esprimersi pubblicamente su queste ultime dichiarazioni, è stato possibile apprendere che un incontro con lo stadio tra i temi all’ordine del giorno è effettivamente in programma all’interno di questa settimana. Resta da capire se tale appuntamento permetterà o meno alle parti di rendere noto al grande pubblico cosa bolle effettivamente in pentola.

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0