La classifica si fa invitante, Mattioli lancia l’appello: Minimo duemila tifosi al Bentegodi

Al termine di Virtus Entella-Spal abbiamo raccolto le opinioni a caldo del patron Colombarini e del presidente Mattioli, entrambi euforici per il risultato.

SIMONE COLOMBARINI
“C’è poco da dire, abbiamo giocato una bellissima partita. Per noi oggi è stato subito tutto in discesa, con l’episodio dell’espulsione e del rigore. In meno di dieci minuti sono arrivati due gol e la pratica è stata chiusa. Abbiamo dimostrato la giusta convinzione e penso che per l’Entella non ci sia stata storia. Siamo stati bravi a giocare con la testa ed evitare ammonizioni stupide. Non si vedono spesso gare di questo tipo in serie B, in genere si lotta sempre fino all’ultimo minuto, mentre oggi nell’ultimo quarto d’ora non si è nemmeno più giocato. Grazie a questo trionfo siamo ancora più carichi per affrontare il big match di lunedì. Il Verona rimane una grandissima squadra, ma siamo consapevoli di poter dare dal filo da torcere a tutti. La posizione in classifica è senz’altro invitante, ma dobbiamo pensare a migliorare e a continuare a lavorare seriamente come stiamo facendo, poi è anche vero che facciamo bene a essere ambiziosi. Sono molto contento per la prestazione di Costa, oggi mi è piaciuto molto, ma anche Arini, Finotto; il gruppo c’è e chi gioca meno non fa mai rimpiangere chi è più spesso tra gli undici di partenza”.

WALTER MATTIOLI
“Non si può non essere contenti, oggi si è vista una prestazione bellissima da parte della SPAL. Abbiamo dominato il primo tempo e gestito il secondo come volevano. È stata un’importante dimostrazione e un segnale in vista della trasferta di lunedì prossimo. La squadra ha fatto vedere di che pasta è fatta e ha mostrato il valore del gruppo, espugnando un campo ostico come questo, dove nessuno vinceva da molto tempo. Siamo sicuramente stati agevolati dalla loro espulsione, ma la decisione dell’arbitro ci stava tutta, così come il rigore. Abbiamo meritato ampiamente questa vittoria, penso che l’Entella non si sia mai vista. Questa SPAL ha grande personalità e grandi qualità e la vittoria di oggi è un segnale fondamentale per il nostro cammino. Lunedì ci attende un’altra trasferta difficile, ma noi siamo consapevoli e convinti dei nostri valori. Siamo tutti felici, è un momento speciale, lo dedico ai nostri tifosi che se lo meritano tutto. Mi aspetto che ci seguano in tanti a Verona, minimo in duemila”.

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0