Iniezione di gioventù per la Bondi: via Soloperto e Ibarra, dentro Molinaro e (forse) Basile

Il mercato della A2 è in fermento e anche la Bondi ha deciso di non rimanere con le mani in mano: giovedì la società del presidente Bulgarelli ha reso noto di aver ingaggiato il classe 1992 Lorenzo Molinaro, in uscita da Agropoli (A2 Ovest). Di ruolo ala forte, Molinaro ha iniziato nella Pallacanestro Udine, debuttando in serie A2 nella stagione 2009/2010. Nel suo curriculum ci sono anche esperienze a Treviglio, Trento (con promozione in serie A) e Ravenna. In questa stagione non ha trovato moltissimo spazio ad Agropoli, mettendo insieme un minutaggio medio di 14 minuti nell’arco di 20 apparizioni totali. Le statistiche parlano di 3.4 punti e 2.9 rimbalzi di media, con una percentuale di tiro da 2 al 38%. Il suo arrivo prelude al “taglio” del veterano (e attuale capitano) Mattia Soloperto. Segnato anche il destino del play argentino Matias Ibarra, che si aggregherà alla Vanoli Cremona per gli allenamenti dopo aver ricevuto il nulla osta dalla Bondi. Al suo posto, sempre nell’ottica di un progetto di ringiovanimento dell’organico, potrebbe essere ingaggiato Nicolò Basile, classe 1995 proveniente dalla Tezenis Verona.

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0