Mattioli esulta, ma rinvia i pronostici a fine marzo: Mancano ancora tante partite

Dopo il pareggio di Verona la SPAL torna a vincere dinanzi al proprio pubblico, conquistando e difendendo con le unghie tre punti pesantissimi che la proiettano in zona promozione diretta, approfittando della sconfitta dell’Hellas contro la capolista Frosinone. Al termine della gara il presidente Mattioli e il patron Colombarini hanno analizzato la partita.

WALTER MATTIOLI
“Che sarebbe stato complicato oggi lo sapevamo, ne parlavo ieri con Semplici e Vagnati. Il Perugia è un osso duro, quindi aver vinto con sofferenza equivale a una doppia soddisfazione. La vittoria di oggi significa soprattutto un gol stupendo e una difesa che ha salvato il risultato alla grande. Il secondo posto mi entusiasma e mi fa piacere per tutto il popolo spallino. La strada è ancora lunga, dobbiamo goderci il momento ma rimanere con i piedi per terra perché ci sono ancora tante partite sul calendario. Per quanto riguarda il futuro della SPAL non posso ancora sbilanciarmi, a fine marzo potrò fare una previsione”.

SIMONE COLOMBARINI
“Tre punti sono sempre molto importanti in questo momento del campionato. Il Perugia ha tenuto il pallino del gioco, buttando in mezzo tanto palloni, senza creare però occasioni nitide. Noi avremmo potuto tenere un po’ meglio il campo, ma abbiamo fatto bene dopo il primo gol e nel finale del secondo tempo, creando il contropiede che ci ha portato al doppio vantaggio. A centrocampo abbiamo lasciato un po’ troppo spazio ai nostri avversari, soffrendo spesso il loro pressing, però è anche vero che la nostra difesa ha giocato una grande partita, difendendo il risultato con le unghie. Martedì saremo già impegnati con la Salernitana, ci attende una lunga trasferta e sono convinto che il mister effettuerà qualche modifica per quanto riguarda la formazione titolare, perché i ritmi sono alti ed è giusto che qualcuno possa riposarsi. Abbiamo una rosa ampia e valida e sono convinto che chiunque sarà chiamato a dare il proprio contributo non ci deluderà”.

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0