Rallenta la corsa playoff della Primavera, il Perugia impone lo stop ai biancazzurri

La SPAL Primavera interrompe la propria striscia positiva a Valfabbrica sul campo del Perugia. 1-0 il risultato finale in favore del Grifo, “risultato che va stretto” ha detto mister Rossi nel post-partita, sottolineando la buona prova dei suoi ragazzi ed evidenziando le condizioni al limite del campo da gioco.

Mister Ciampelli schiera i suoi con un 4-2-3-1, costretto a rinunciare a quattro titolari chiamati in prima squadra, mentre mister Rossi parte col solito 3-5-2, che modella nel corso del match a seconda delle necessità della squadra.
Le pessime condizioni del terreno di gioco insieme al vento forte non rendono vita facile alla SPAL, che fin da subito stenta a produrre il bel calcio a cui ci siamo abituati negli ultimi tempi. Già dal fischio d’inizio la partita risulta molto fisica e lo spettacolo ne risente: i ferraresi in ogni caso provano a rendersi pericolosi il più possibile, sfruttando qualche mischia, ma il Perugia riesce a contenere la loro spinta offensiva. I padroni di casa, a loro volta, faticano a ripartire e nelle poche occasioni in cui trovano il tiro in porta non riescono ad impensierire Thiam. Lo spettacolo cede il posto alla fisicità e la determinazione con cui si affrontano le due formazioni fa fioccare cartellini gialli: la partita è abbastanza nervosa.

Nel secondo tempo arriva l’episodio che decide il match: al 61′ minuto, sugli sviluppi di un calcio d’angolo, Milvan Raphael stacca di testa e batte Thiam, trovando il gol dell’1-0. Passano in vantaggio i padroni di casa, che, nonostante la prestazione sottotono, capitalizzano al meglio l’opportunità dalla bandierina. A questo punto mister Rossi le prova tutte per sistemare il risultato: prima passa al 4-3-3, col tridente offensivo, per poi spingere al massimo sull’acceleratore nel finale, schierando i suoi con un 4-2-4, affidandosi alla rapidità degli esterni. Ma la situazione non è congeniale per i biancazzurri, che faticano a impensierire il Perugia e la partita termina sull’1-0 tra mille tensioni: nei minuti di recupero spunta anche un cartellino rosso per Eklu Shaka, che salterà quindi la prossima partita casalinga contro il Trapani.

Mister Rossi assolve i ragazzi e condanna il campo: “E’ stata una partita combattuta, peccato per gli episodi che ci hanno penalizzato. Oggi i ragazzi, nonostante la correttezza e la determinazione con cui sono scesi in campo, non sono riusciti ad esprimere il bel calcio delle ultime partite proprio a causa delle pessime condizioni ambientali che rendevano il terreno di gioco impraticabile: il risultato è bugiardo e le circostanze ci sono state avverse. Ora è vietato perdersi d’animo, poiché la zona playoff rimane vicina e per raggiungerla servirà un risultato positivo già dalla prossima gara”.

LINK: I risultati della 20^ giornata nel girone A e la classifica.

PERUGIA-SPAL 1-0 (p.t. 0-0)

PERUGIA (4-2-3-1): Santopadre, Gualtieri, Calzola, Pellegrini, Polidori, Ceccuzzi, Buzzi (dal 43′ s.t. Fracassini), Amadio, Mirval Raphael (dal 34′ s.t. Settimi), Salvucci (dal 43′ s.t. Orlandi), Vicaroni. A disp.: Sorci, Pietrangeli, Nappo, Barbarossa. All.: Ciampelli.
SPAL (3-5-2): Thiam, Granziera (dal 32′ s.t. Clement), Equizi, Cantelli (dal 27′ s.t. Scarparo), Ferrari, Picozzi, Strefezza, Eklu Shaka, Ubaldi, Artioli (dal 36′ s.t. Cigognini), Vago. A disp.: Seri, Righetti, Anostini, Foschini, Boreggio. All.: Rossi.

ARBITRO: sig. D’Apice di Arezzo; assistenti: Pancioni di Arezzo e Scatragli di Arezzo.RETI: 16′ s.t. Milvan Raphael (P).
AMMONIZIONI: Equizi (S), Ferrari (S), Polidori (P), Eklu Shaka (S), Picozzi (S), Pellegrini (P), Amadio (P), Cigognini (S).
ESPULSIONI: 46′ s.t. Eklu Shaka (S) per somma di ammonizioni.
NOTE: campo in pessime condizioni, giornata ventosa. Recupero: 1′ p.t., 3′ s.t.

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0