Nessun rimpianto nello spogliatoio, Mora: Abbiamo dato tutto. Il rigore? Può succedere

Al termine di SPAL-Pisa, il centrocampista Luca Mora e il difensore Francesco Vicari hanno analizzato il pareggio casalingo assieme alla stampa ferrarese.

LUCA MORA
“Abbiamo dato tutto, perciò non possiamo che essere soddisfatti della nostra prestazione. Non abbiamo vinto, ma siamo primi in classifica e l’umore è alle stelle. Sette punti in tre gare è un risultato molto positivo. Ora l’importante è recuperare un po’ di energie per riprendere al meglio il lavoro in allenamento la prossima settimana. Il rigore per il Pisa c’era, ci si può sbagliare, sono episodi che capitano anche in allenamento. È un peccato che oggi sia girata così, perché loro avrebbero sicuramente faticato a farci gol in un altro modo. Nel secondo tempo abbiamo fatto di tutto per riportarci in vantaggio, ma siamo stati un po’ sfortunati, a volte imprecisi. Questa è stata una settimana atipica, abbiamo giocato tre partite in sette giorni e oltretutto cominciamo ad avere una trentina di gare sulle gambe. È un pareggio importante che dà continuità alla striscia positiva, siamo soddisfattissimi del lavoro svolto finora”.

FRANCESCO VICARI
“Il rigore c’era, loro hanno messo in mezzo il cross e Michele (Cremonesi, ndr) è stato sfortunato perché si è trovato la mano sul pallone. Nonostante questo episodio abbiamo giocato un’ottima partita, non ricordo occasioni del Pisa che ci abbiano messo in difficoltà. C’è un pizzico di rammarico perché eravamo riusciti a passare in vantaggio, ma siamo soddisfatti di un punto che è stato guadagnato contro una squadra ostica, compatta, difficile da scalfire. Sicuramente è stata una settimana lunga, la trasferta a Salerno non ha aiutato. Siamo riusciti comunque a esprimere il nostro gioco. Adesso dobbiamo rimanere concentrati e lavorare”.

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0