Semplici non si fida del Cesena: Voglio furore agonistico e convinzione. Arini? E’ tranquillo

Manca sempre meno all’impegno di sabato pomeriggio con il Cesena. Una partita che potrebbe significare davvero molto per la SPAL, in un momento della stagione parecchio delicato. Riprendersi, si fa per dire, dopo il pareggio per certi versi inaspettato con il Pisa. E’ questo l’obiettivo della truppa biancazzurra. Intanto Leonardo Semplici ha fatto il punto della situazione, partendo dallo stato di forma della squadra: “Siamo messi discretamente bene. Ci stiamo preparando al meglio per questa gara importantissima contro una squadra che sicuramente era partita per fare un altro tipo di campionato, ma che ha delle qualità importanti e che nell’ultimo periodo si è ritrovata. Anche il cammino fatto in Coppa Italia testimonia la forza del Cesena nelle singole partite, dunque credo che bisognerà affrontare l’impegno col massimo del rispetto e con grande determinazione per provare a vincere”.

La partita con il Pisa ha insegnato qualcosa di nuovo alla squadra?”Ci ha insegnato che se non commettiamo quel fallo da rigore, avremmo vinto anche quella (sorride, ndr). Purtroppo è capitato, è normale che succeda, ma indipendentemente da quell’episodio qualcosa in più del solito l’avevamo sbagliato. Abbiamo riguardato assieme alla squadra alcune situazioni e penso che già da sabato bisognerà avere più furore agonistico e più convinzione nelle nostre qualità che vanno messe a frutto anche nelle giornate in cui facciamo più fatica. Tante piccole cose, come anche le palle inattive, che fanno la differenza in ogni singola gara. I punti ormai contano sempre di più e quindi bisognerà fare sempre qualcosa di meglio”. A Ferrara dovrebbe arrivare un Cesena disposto a specchio con il 352, ma con uno stile di gioco presumibilmente diverso da quello del Pisa. Questo il pensiero del mister: “Hanno qualità tecniche per cercare di fare la partita anche qui a Ferrara, ma noi metteremo tutte le nostre armi per controbattere. A inizio stagione pensavo che il Cesena fosse una di quelle squadre che potesse lottare per playoff o magari qualcosa in più. Non lo so, avranno avuto qualche problema, ma in una partita singola penso che sia una di quelle squadre che può vincere contro chiunque”.

In casa SPAL l’unico indisponibile dovrebbe essere il giovane Pontisso, dunque la formazione dovrebbe assomigliarsi a quella delle ultime partite interne: “Credo che in linea di massima la squadra ormai sia quella a parte qualche avvicendamento dovuto a stanchezza o al momento di forma più o meno buono di alcuni giocatori”. A questo punto l’unico ballottaggio pare quello per il ruolo di regista tra Castagnetti e Arini. In riferimento alle note vicende extra-campo che vedono protagonista l’ex capitano dell’Avellino, Semplici si è così espresso: “Il ragazzo è tranquillo e sereno. Lui sa quel che ha fatto e quello che non ha fatto. Noi pure. Quindi aspettiamo con fiducia questa sentenza”. Poi sul momento del campionato: “Da un po’ è cominciato un altro campionato, è cambiata la testa dei miei calciatori che hanno acquisito consapevolezza. E’ un momento in cui stiamo facendo bene, ma non dobbiamo accontentarci e vogliamo provare a giocarcela fino alla fine credendo nel nostro lavoro. Quella di giocarsi i primi posti è un occasione a mio parere unica che non capita spesso in un campionato, poi il campo darà il suo verdetto. Fisicamente siamo sereni, la squadra ha sempre risposto bene. L’unica fatica in certi momenti è quella mentale”.

0