Ancora una volta è una Bondi ammazza-grandi: sbancato il PalaDozza all’overtime!

La Bondi l’ha fatto di nuovo: con una prestazione coraggiosa e di sostanza ha sbancato Bologna, stavolta sponda Fortitudo, aggiudicandosi la sfida giocata in un PalaDozza completamente esaurito. All’andata l’avevano spuntata i biancoblù all’ultimo possesso, stavolta si è imposta la squadra di coach Furlani all’overtime dopo una partita sempre equilibrata.

Inizio non proprio brillante per Ferrara che perde due palloni consecutivi permettendo ai padroni di casa di sancire il primo vantaggio della gara. Fortunatamente il black out dura solo qualche attimo e l’attacco estense torna a girare giocando in velocità e ricucendo lo strappo. Primo quarto dai ritmi altissimi, con entrambe le squadre a prediligere il gioco di corsa, tralasciando un minimo la parte difensiva. Con due minuti sul cronometro la Bondi riesce a conquistare il primo vantaggio consistente grazie alle bombe in rapida successione di Cortese e Moreno (19-25). Il tentativo da 3 di Roderick sulla sirena termina la sua corsa contro il secondo ferro, mandando le due squadre in panchina per il mini break con Ferrara ancora in testa per 22-27.
In apertura di secondo periodo la tripla segnata da Italiano infiamma il PalaDozza e la successiva, che esce dalle mani di Campogrande, riporta la Fortitudo in vantaggio sul 31-29. Ferrara sembra aver perso un minimo la lucidità dei primi 10 minuti e non riesce a segnare se non su tiro libero. La Fortitudo ne approfitta e con 6 minuti ancora da giocare si trova al comando sul +4 (35-31). Cortese è l’unico a non mollare e con le sue invenzioni mantiene la squadra in linea di galleggiamento. Sul 43-43 è Bowers, con una bella virata al centro dell’area, a segnare il canestro del nuovo vantaggio Bondi. Al termine del secondo quarto di gioco, Ferrara è ancora in partita anche se in svantaggio di una lunghezza (49-48).

Al rientro in campo è ancora Cortese ad infiammare le retine del PalaDozza ed a riportare i suoi al comando con un paio di bombe dalla distanza (51-56). La Fortitudo però non ci sta: spinta dalla carica dei suoi tifosi riesce a riagguantare per l’ennesima volta la partita e riportarsi in parità a quota 60. Fasi di gioco piuttosto concitate, le due squadre rispondono a tono ad ogni iniziativa dell’avversario senza che nessuna della due riesca ad accumulare un consistente vantaggio. Prima la Bondi cerca di scappare sul 60-66, ma è subito recuperata dai padroni di casa che terminano il terzo periodo sotto di un punto (65-66).
Ferrara si spegne in avvio di ultimo periodo e subisce un parziale di 9-1 che potrebbe diventare decisivo. A togliere ancora una volta le castagne dal fuoco è uno strepitoso Riccardo Cortese che, coadiuvato da Bowers, si prende sulle spalle tutto l’attacco estense per riportarlo a contatto degli avversari (79-79). Ancora una volta la situazione è in stallo. I 3 minuti che rimangono sul cronometro sono piuttosto intensi, con le due squadre a darsi battaglia e usare i falli per fermare il tempo. AL termine dei 40 minuti regolamentari però, ancora nessun vincitore (83-83) ed è primo overtime.

La Bondi torna al comando con il canestro di Bowers, ma è un vantaggio momentaneo perché i due tiri liberi segnati da Italiano riportano Bologna in testa. Con poco meno di un minuto da giocare il punteggio è ancora in parità a quota 89. Errore da una parte, stoppata dall’altra ed ecco che Ferrara si trova con la palla in mano per l’ultimo possesso. Cortese fa partire una preghiera da metà campo che sembra destinata a sbattere sul ferro con conseguente secondo overtime. Tutta la difesa fortitudina, intenta a guardare la parabola compiuta dal pallone, non si accorge di Molinaro che in solitaria raccoglie il rimbalzo e deposita la palla nel canestro a fil di sirena. Ferrara vince anche questo derby, confermandosi squadra dall’enorme potenziale in grado di sgambettare le grandi del girone Est.

KONTATTO BOLOGNA – BONDI FERRARA  89-91
PARZIALI: (22-27); (27-21); (16-18); (18-17); (6-8)

KONTATTO BOLOGNA: Knox 12, Candi 2, Ruzzier 4, Mancinelli 11, Montano 10, Campogrande 7, Raucci, Legion 24, Italiano 19, Gandini, Costanzelli n.e., Marchetti n.e. All.: Matteo Boniciolli

BONDI FERRARA: Pellegrino 2, Bowers 30, Molinaro 1, Mastellari 1, Cortese 37, Roderick 15, Crotta, Moreno 5, Mastrangelo n.e., Caridi n.e., Ardizzoni n.e. All.: Adriano Furlani

0