Dopo la convocazione in U21 ecco il rinnovo di contratto: il Torino blinda Bonifazi fino al 2022

Che Kevin Bonifazi fosse solo di passaggio a Ferrara si era già capito da un po’, ma oggi è arrivata un’ulteriore conferma: il Torino, tramite il suo sito ufficiale, ha ufficializzato l’estensione di contratto per il giocatore fino a giugno 2022.


foto originariamente pubblicata da torinofc.it

L’accordo precedente tra il difensore e il club granata scadeva nel 2018. Per Bonifazi è stata una settimana notevole, visto che non più tardi di giovedì gli è stata recapitata la prima convocazione in Nazionale Under 21 della sua carriera. Tanti tifosi si stanno già interrogando se sia possibile trattenere il giocatore per un’altra stagione alla SPAL. In caso di serie B le probabilità sembrano rasentare lo zero, mente qualche piccola speranza in caso di serie A potrebbe rimanere accesa. Ma considerate le potenzialità del giocatore e la necessità da parte del Torino di ricostruire la difesa, è più probabile che Bonifazi torni alla casa madre per rimanere.

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0