Convocazione Meret, il ct Ventura: Credo che il presidente della SPAL debba essere contento

Il sempre solerte lettore Fabrizio Perinati ci ha fatto notare che Giampiero Ventura, ct della Nazionale maggiore, ha parlato anche di Alex Meret (e di conseguenza della SPAL) nella conferenza stampa di apertura del ritiro di Coverciano. Nella fattispecie l’allenatore degli Azzurri ha risposto ad Alessandro Alciato di SKY, che ha chiesto se ci poteva essere qualche spiraglio per “restituire” Meret alla SPAL tra un impegno e l’altro della Nazionale. Ventura ha risposto negativamente, con queste parole: “Se Meret non fosse venuto con noi sarebbe andato con l’Under 21, quindi credo sia un falso problema. Sono certo che se noi oggi telefonassimo al presidente della SPAL per dirgli che Meret è convocato in nazionale, sarebbe l’uomo più felice del mondo. Vale lo stesso per quello dell’Udinese. E credo che anche Alex sia felice. Questo è un discorso che dovrebbe essere analizzato a monte, quando vengono fatti i calendari. Si sa che nelle finestre per le competizioni UEFA c’è il rischio che qualcuno possa essere preso in considerazione. Quindi è l’ultimo dei nostri problemi e credo sia anche l’ultimo dei problemi della SPAL“.

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0