L’ultimo 1-4 in casa del Carpi? Dieci anni fa e anche quel giorno con Mattioli in tribuna

In genere i tifosi di altre squadre che vogliono dare addosso alla SPAL con argomentazioni non proprio geniali tendono a rimarcare l’origine della nuova società, con considerazioni del tipo: “In realtà siete la Giacomense”. Alzi la mano a chi non è mai capitato di leggerlo o sentirlo almeno una volta. Posto che a nessun tifoso biancazzurro questo può fregare di meno, c’è un curioso rimando storico che lega il risultato di sabato scorso col Carpi al passato a tinte grigiorosse. Come ci ha fatto notare Stefano Castellitto, scrupoloso collega che da anni si occupa delle vicende del club carpigiano, l’ultima squadra a uscire con un 1-4 dal “Cabassi” fu proprio la Giacomense nella stagione 2006-2007 in serie D. Tra l’altro a difendere i pali del Carpi c’era Giacomo Poluzzi, attuale portiere della SPAL ed ex Giacomense.

Chissà se, mentre assisteva alla partita dalla tribuna del “Cabassi”, il presidente Mattioli (che spesso rivendica l’intera scalata dal dilettantismo ai vertici) ha ripensato a quel pomeriggio di aprile di dieci anni prima. Certo è che se quel giorno gli avessero raccontato che sarebbe tornato lì un giorno con una squadra in lotta per la serie A avrebbe probabilmente guardato storto il suo interlocutore. Invece è successo anche questo…

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0