No delle autorità al raduno dei senza biglietto. Anche l’ipotesi maxischermo è da scartare

Il proposito di un tifoso diciottenne di poter radunare fuori dal Paolo Mazza tutti i tifosi privi di biglietto per SPAL-Frosinone si è amaramente schiantato dopo una telefonata proveniente dalla questura di Ferrara.

Martedì mattina Tommaso Piermattei aveva creato un evento su Facebook dal nome “Sosteniamo la SPAL da fuori” in cui si incoraggiavano i tifosi senza biglietto a ritrovarsi per far sentire la propria presenza fuori dalle mura dello stadio. Il tam-tam via social network aveva generato un certo rumore, fino a che nel tardo pomeriggio lo stesso ragazzo ha fatto circolare un messaggio per motivare la cancellazione dell’evento:

Sono stato convocato in questura per questioni di sicurezza riguardo all’evento che avevo organizzato per domenica. Purtroppo questo evento sarà rimosso ed annullato per non riscontrare poi determinati problemi con la Digos. Quindi chiedo gentilmente di rimuovere tutti i post che avete fatto per collaborare e pubblicizzarlo, perché se no andrei io in severi casini. Ho però trovato, per chi volesse, disponibilità a L’Archibugio (ristorante in via Darsena – ndr), che ha un salone che potrebbe contenere molta gente, in cui guardare la partita e tifare tutti insieme. Scusate il disturbo, spero che non vi dispiaccia togliere questi post e non fare nulla domenica davanti allo stadio. Ringrazio tutti per la collaborazione, un saluto. #forzaspal“.

Al netto di questo episodio, resta forte anche la richiesta popolare per l’allestimento di un maxischermo su cui proiettare SPAL-Frosinone a beneficio dei senza biglietto. Ma anche questo genere di iniziativa rischia seriamente di rimanere ferma alla carta o alle tastiere. Infatti per proiettare pubblicamente un evento televisivo a pagamento serve prima di tutto il nulla-osta da parte di chi detiene i diritti, ossia SKY. Considerato che la priorità di SKY è avere più abbonati possibili sintonizzati, sembra improbabile che si possa realizzare una simile iniziativa. Anche se allo stato attuale non risulta che una richiesta in questo senso sia stata inoltrata. E’ molto più verosimile che la gente debba organizzarsi per assistere alla partita nei locali di città e provincia dotati di pacchetto SKY e che proporranno la diretta della partita.

0