Allenatori a confronto. Semplici: Prestazione comunque positiva. Marino: Sono punti pesanti

Il Frosinone vince e supera la SPAL guadagnando la vetta della classifica. Per i due allenatori la strada è quella giusta e con dieci partite da giocare i giochi restano ancora aperti. Di seguito le loro impressioni dopo il match.

LEONARDO SEMPLICI
“La squadra ha fatto una bella prestazione contro una squadra forte: merito a loro che hanno sfruttato alla grande le poche occasioni che abbiamo concesso. Ciofani è un giocatore straordinario per la categoria, ma oggi ci hanno detto male anche gli episodi. Mi viene in mente il salvataggio sulla riga e il palo colpito da Antenucci nel primo tempo. In ogni caso se giochiamo con questa personalità e determinazione riusciremo a toglierci ancora delle belle soddisfazioni. Da domani ripartiamo analizzando gli errori che abbiamo fatto, soprattutto sulle marcature in occasione del secondo gol e cominceremo a pensare alla trasferta di Avellino. Le defezioni per i giocatori convocati con la Nazionale? per noi dev’essere un motivo di grande soddisfazione e non un rammarico. Da allenatore avrei certamente preferito averli, ma queste sono le regole e vanno rispettate. In ogni caso chi è sceso in campo non ha fatto rimpiangere gli assenti, quindi non c’è problema. Non dimentichiamoci che il Frosinone è composto da giocatori esperti abituati a giocare a certi livelli: forse anche questo aspetto in questa partita ha fatto la differenza. I rigori? Non parlo delle decisioni arbitrali”.

PASQUALE MARINO
“La nostra vittoria assume un valore doppio per la caratura dei nostri avversari, bisogna dare merito alla SPAL perché soprattutto nell’ultimo periodo ha fatto e sta facendo grandi cose. Sapevamo delle difficoltà di questa gara ma siamo riusciti a tenere testa nel primo tempo. Ovviamente dopo aver sbloccato la partita per noi la strada si è messa in discesa. Le due formazioni in termini di esperienza erano molto equilibrate, da ambo le parti sono scesi in campo giocatori importanti. Le due tifoserie? Abbiamo assistito ad una festa sugli spalti, cosa che si dovrebbe vedere ogni fine settimana in tutti gli stadi, sinonimo di grande maturità. In questo momento la SPAL sta andando forte, mentre il Verona sta vivendo un momento di difficoltà: se ad inizio campionato dominava le partite ora fatica un po’ a vincere. E’ una cosa che capita in tutte le squadre, forse a Verona c’è più pressione rispetto a Ferrara e Frosinone. Con la vittoria di oggi abbiamo impedito alla SPAL di prendere il largo: se così fosse stato a questo punto del campionato avremmo rischiato che i posti per andare in A direttamente si riducessero ad uno soltanto”.

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0