La serie positiva si ferma a Mirandola: Krifi sconfitta al tie-break, Montichiari si avvicina

La volata verso i playoff è iniziata e per la Krifi Caffè sono arrivate anche le prime difficoltà. Il risultato finale sul campo di Mirandola ha visto i granata cedere al tie-break dopo una lunghissima battaglia. Bernard e compagni non hanno messo in discussione il primato sulla classifica, ma i giochi ora si sono fatti complicati anche a causa della netta vittoria di Montichiari contro Mantova.

Dopo alcune settimane Masiero torna in campo dal primo minuto come titolare, assieme a Bernard, Govoni, Fontana, Bortolato, Drago e Di Renzo. Partono bene i granata, prendendo subito il largo in battuta e costringendo il tecnico avversario al time out discrezionale (6-2). La serie positiva non si interrompe e Ferrara mantiene saldamente il comando per tutto il corso del set. Cercando sempre qualcosa in più dai suoi, Martinelli opta per il doppio cambio: dentro Zambelli e Atef, fuori Govoni e Drago (18-11). Proprio sul finale di set, quando Ferrara ha a disposizione la palla per chiudere, l’errore sul set point costa carissimo a Bernard e compagni. In brevissimo tempo, Mirandola riprende il comando imponendo un pesantissimo break ai granata, che faticano sia in ricezione che in difesa. I padroni di casa spiazzano completamente Ferrara: finisce 29-27 per lo Stadium.

La 4 Torri riparte con tutta la voglia di invertire la tendenza: i ragazzi di Martinelli si portano subito in vantaggio con il buon turno in battuta di Drago. La distanza dai padroni di casa di Mirandola viene mantenuta, anche grazie alla buona risposta della 4 Torri in attacco ed a muro. Nessun particolare problema, la Krifi resta avanti su tutti i tempi tecnici e porta a casa il secondo set per 16-25. Il terzo set si sviluppa sulla falsariga del secondo: granata tengono gli avversari a distanza fin da subito e riescono a restare in vantaggio per tutto il parziale, nonostante la fatica in ricezione e la poca incisività in battuta comincino ad essere evidenti. Mirandola è costretta anche in questa occasione a chiamare il tempo discrezionale sul finale di set, ma Ferrara si porta sul due a uno senza troppi problemi (22-25).

A decidere la partita è il quarto set: Ferrara ha l’occasione di chiudere, Mirandola ha un’ultima speranza per ribaltare le sorti della serata. Il set procede punto a punto, con Ferrara avanti di una sola lunghezza sul primo tempo tecnico (7-8) e Mirandola che scavalca immediatamente, costringendo i granata ad interrompere nuovamente il gioco chiamando il tempo discrezionale. Il set procede a singhiozzo per buona parte del tempo, ma a fare la differenza è Mirandola sul finale. Ferrara continua a non finalizzare in battuta, mentre i padroni di casa riescono a incidere. Il risultato finale riporta le due squadre in parità e rimanda al tie-break la decisione finale (25-18). L’ultimo set, come sempre, è una lotteria. I granata ci provano, scavalcano i padroni di casa più volte nel giro di pochi punti, ma Mirandola supera nel momento più propizio e vola a conquistare set e partita. Il quinto set finisce 16-14, per la Krifi si chiude una striscia di vittorie arrivata fino a quota nove. Restano quattro turni sul calendario, di cui uno di riposo.

Post Partita
La voce di Marco Martinelli tradisce la delusione per l’occasione persa: “Questa sera abbiamo sofferto molto in ricezione, ricevendo nettamente peggio di loro e facendo molti errori noi(25 gli errori in battuta dei granata, ndr) e questo è il primo dato evidente. Abbiamo totalizzato percentuali migliori in attacco ed a muro, ma abbiamo faticato abbastanza a gestire a muro Ghelfi e Bertoli, pur lavorando bene sugli altri. Adesso non possiamo far altro che pensare alla prossima partita, cancellando questa dalla memoria il prima possibile. Il rammarico ovviamente resta, anche a fronte della vittoria netta di Montichiari contro Mantova. Oggi la vittoria avrebbe facilitato molto il compito delle partite dopo: non abbiamo compromesso nulla, ma questa parentesi va chiusa adesso”.

foto di ITEstense, a cura dell’ufficio stampa della Krifi 4T

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0