La furbizia di Schiattarella e la sostanza di Castagnetti. Il dessert lo serve Antenucci di rigore

La SPAL ritrova i tre punti contro il Novara centra di nuovo l’aggancio in vetta al Frosinone. Entriamo nel dettaglio delle prestazioni offerte dai biancazzurri.

MERET 7 – Fatela voi una parata a freddo come quella su Casarini nel primo tempo, poi ne riparliamo.

GASPARETTO 6 – Il più macchinoso della retroguardia, a vederlo sembra il brutto anatroccolo. Non diventa cigno col passare dei minuti, ma nella sua posizione ideale è più a suo agio. (Dal 35′ st SILVESTRI – Rileva il compagno infortunato ed entra in modalità barricata senza battere ciglio).

VICARI 6,5 – Subito due belle chiusure per alimentare i rimpianti del Novara per averlo ceduto troppo in fretta. Va anche vicino al gol su calcio piazzato. Poi si prende la libertà di scagliare qualche lancio di troppo, ma a coprire la zona centrale è un maestro.

GIANI 6,5 – Nessuno gli chiede di essere appariscente e lui lavora di mestiere, spesso mettendoci il fisico piuttosto che la tecnica. Scelta giusta, Galabinov prima e Sansone poi la vedono col contagocce.

LAZZARI 6 – Corri Manuel, va bene, ma mettilo qualche cross. Non è la sua gara, ma fa comunque il suo creando scompiglio nella zona di Calderoni, altro cavallo che di chilometri ne macina il giusto.

SCHIATTARELLA 8 – Partita mostruosa perché per un’ora è l’unico del centrocampo a disegnare geometrie degne dei grandi artisti. Poi la ciliegina è il rigore conquistato con la solita dose di malizia, ma non poteva che essere lui a deciderla da protagonista. Esce sfinito tra infiniti decibel di applausi. (Dal 27′ st ARINI 6 – Messo dentro per fare legna, la fa e prende un giallo. Utile nell’amministrare il vantaggio).

CASTAGNETTI 7,5 – Partenza sprint che neanche Bolt, tra lanci al bacio e un bolide da fuori area che mette i brividi a Da Costa. Ragiona tanto con la palla tra i piedi che quasi si vede il fumino uscirgli dalle orecchie e quante palle recuperate. Una in particolare in piena area vale quanto un gol. (dal 45′ st SCHIAVON 6,5 – Al primo pallone toccato segna sotto la Ovest e chiude la partita, tornando a fare gol dopo quasi tre anni in serie B. Gli si poteva chiedere di più?)

MORA 6,5 – Molti errori non da lui, ma i tempi d’inserimento li ha nel sangue. Da Costa gli nega il gol dopo un’incursione letale, poi battaglia a metà campo facendo valere il sacro potere della barba.

COSTA 7 – Tante sgroppate e chi se ne importa se manda alle stelle un’occasione che forse mai nella vita gli era capitata. Crossa alto e basso con la stessa disinvoltura, come al momento di servire di Schiavon, candidandosi come una delle figure chiave in questo finale di stagione.

ANTENUCCI 7,5 – Sempre più regista avanzato della squadra, ruolo assai faticoso che però non gli impedisce di presentarsi glaciale sul dischetto: pallone che pesava quanto una palla medica. Sale a 13 nella classifica marcatori, speriamo gli porti bene.

FLOCCARI 6,5 – Attacca la profondità appena vede lo spazio buono, ma fallisce due occasioni non da lui. La generosità non gli fa certamente difetto e con il suo dinamismo tiene sempre in apprensione la difesa del Novara.

SEMPLICI 7,5 – Archiviato il turnover di AVellino tanto criticato, ritrova quasi tutti i titolari ed evita sorprese alla lettura delle formazioni. Vede la SPAL sotto le sue possibilità nel primo tempo e giustamente si sgola per scuoterla. Nell’intervallo suona la sveglia e trova quella che, fino a questo momento, è la vittoria più importante dell’anno.

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0