Allenatori a confronto. Semplici: Abbiamo risposto alle critiche. Boscaglia: Rigore esagerato

Al termine di SPAL-Novara come di consueto abbiamo raccolto le impressioni a caldo degli allenatori. Mister Semplici si gode la vittoria pesantissima della sua squadra, che ha reagito alla grande dopo una breve parentesi negativa. Boscaglia invece si è mostrato risentito per il rigore concesso alla SPAL, soddisfatto comunque della prestazione dei suoi ragazzi che, a parer suo, hanno giocato alla pari contro la prima in classifica.

LEONARDO SEMPLICI
“Ci serviva una vittoria in un momento come questo, dopo due sconfitte abbiamo risposto alle critiche di qualcuno degli ultimi giorni. La squadra sta bene, è in salute e affrontare una gara come abbiamo fatto oggi, tenendo botta fino alla fine, nonostante la forza fisica degli avversari, è la prova dei valori del nostro gruppo. Oggi dovevamo fare risultato per continuare a sognare in grande, serviva la voglia di vincere e di non arrendersi mai per conquistare i tre punti. Voglio elogiare i miei ragazzi per le risposte che danno sempre sul campo, senza fare polemica fuori, ma mostrando grande attaccamento ai colori e alla maglia”.

ROBERTO BOSCAGLIA
“Fino al 93′ eravamo ancora sullo 0-0, secondo il mio punto di vista. Abbiamo tenuto il campo in maniera perfetta, la partita era tranquilla, non abbiamo avuto alcun tipo di problema fino al rigore che ha cambiato tutto. Non meritavamo di perdere, abbiamo giocato alla pari contro la prima in classifica e non ho niente da recriminare ai miei ragazzi. Non abbiamo mai dato la possibilità ai loro terzini di inserirsi grazie a un lavoro perfetto delle nostre mezz’ali. Sarebbe stato grave se la SPAL non avesse accelerato dopo il vantaggio, con una rosa del genere era normale soffrire la loro pressione. I biancazzurri hanno giocatori importanti, hanno fatto acquisti di livello a gennaio, noi anche stasera abbiamo schierato in campo tanti giovani. Ma sinceramente non mi ha fatto paura la loro pressione, ma il calcio di rigore. È stato quello che ha deciso la partita. Noi ce la giochiamo con tutti”.

0