Niente vertigini, almeno per ora. Simone Colombarini: Non ci dobbiamo montare la testa

Dopo essersi rialzata contro il Novara, la SPAL ha dato un’altra accelerata al suo cammino uscendo vittoriosa anche da Brescia, approfittando del passo falso del Frosinone ad Ascoli. C’è ovviamente grande soddisfazione tra la dirigenza biancazzurra, che comunque preferisce mantenere un profilo basso, pensando alle tante gare ancora in programma sul calendario.

SIMONE COLOMBARINI
“Grande vittoria quella di oggi, anche se non vogliamo montarci la testa perché sappiamo che abbiamo tante gare da giocare prima di tirare conclusioni. La SPAL mi è piaciuta molto, abbiamo riproposto la stessa determinazione e la stessa voglia messa in campo durante il secondo tempo con il Novara di martedì scorso. Siamo stati bravi a sbloccarla ed a raddoppiare quando siamo stati raggiunti. Non è stato facile, perché il Brescia non ha mai mollato, poi nel secondo tempo abbiamo giocato un’ottima partita in fase difensiva, non rischiando praticamente più nulla. Da parte nostra abbiamo creato tantissimo e, oltre alle tre marcature, abbiamo avuto anche altre occasioni per incrementare il vantaggio. Non vogliamo pensare alla classifica, rimaniamo concentrati solo sul campo e solo su noi stessi e al massimo daremo un occhio lunedì a quello che farà il Verona”.

WALTER MATTIOLI
“Abbiamo conquistato un risultato importantissimo, contro un osso duro, una squadra che ha bisogno di punti e ha spinto per entrambi i tempi, non lasciandoci mai tempo per tirare il fiato. Abbiamo creato tantissimo e forse avremmo potuto portare a casa anche qualcosina in più. I tre punti di oggi rappresentano un’accelerata, anche se non decisiva. Passo dopo passo, continuiamo così e sconfiggere questa squadra sarà difficile per chiunque”.

0