Ultima chiamata per i playoff, bisogna battere la Sampdoria. Rossi: Ci vogliamo credere

Il successo della settimana scorsa contro il Cesena ha confermato la voglia di playoff della Primavera spallina. Contro la Sampdoria (sabato 14 aprile alle 15) al centro “G.B. Fabbri” è sfida d’alta quota per i giovani allenati da mister Rossi. La corsa della SPAL, sesta a quota 42, è proprio sui blucerchiati (quinti, 46) e su Hellas Verona (quarta, 47). Con tre partite ancora da disputare e nove punti a disposizione ogni partita può essere determinante per una squadra che rincorre un obiettivo che sarebbe la ciliegina sulla torta ad una stagione ricca di soddisfazioni.

“L’appetito vien mangiando, – sottolinea Roberto Rossi- siamo un po’ in ritardo, ma ci crediamo. Gara importante? Sì, ma come sono state importanti le partite fin qui disputate e come lo saranno le prossime. Se siamo qui, a questo punto della stagione, contro ogni più rosea aspettativa, è grazie alle prestazioni fin qui messe in campo”.
Non solo gli scontri diretti, ma anche le sfide con formazioni ormai fuori dai giochi possono risultare determinanti. Ne sa qualcosa la Samp che ha strappato un solo punto allo Spezia nel derby ligure dell’ultimo turno. Anche il Vicenza, a sorpresa, ha pareggiato con la Fiorentina. La Samp esprime un buon gioco con ragazzi brevilinei e in grado di ricoprire diversi ruoli. “All’andata giocarono per la prima volta a quattro in difesa con i quattro di mediana in linea, fin lì avevano giocato a tre. Purtroppo la partita fu decisa da Diaby Diaby sugli sviluppi di una palla inattiva. Abbiamo dato prova di potercela giocare alla pari. Nelle ultime uscite hanno confermato il 4-4-2 o il 4-3-1-2 grazie a Tessiore (’99) che è in grado sia di giocare largo che a ridosso delle punte. Davanti hanno una bella coppia d’attacco: Vrioni con Baldé, fratello di Keita della Lazio e l’esterno Tomic. Un giocatore da tenere d’occhio? Mi piace tantissimo Cioce (’98), ha i tempi di gioco, magari deve crescere dal punto di vista fisico, ma ha piede e visione oltre a trovare con continuità la rete. Mi ricorda Sensi, ora al Sassuolo. Obiettivo? Tre punti. Sarà difficile, ma se vogliamo proseguire la stagione abbiamo l’obbligo di farli”.

Uno dei migliori attacchi, quello doriano, contro la miglior difesa del girone rimasta inviolata anche a Cesena. Recuperato Ferrari, ancora qualche problemino per Cigognini. In attesa delle decisioni della prima squadra, rosa al completo per Rossi. Lo stesso per Francesco Pedone. Rossi spera nella ritrovata verve della coppia gol Ubaldi-Vago.
Primavera spallina concentrata sulle proprie forze e con orecchie e occhi puntati sugli altri campi. Prima squadra impegnata a Pasquetta, SPAL-Samp per posta in palio e qualità dei ragazzi in campo si presta ad una chiamata a raccolta per il tifo spallino.

0