La doppietta di Antenucci nell’uovo di Pasqua, il 2-1 in rimonta al Trapani sa di impresa

In attesa delle partite delle sue dirette avversarie per la promozione, la Spal fa al meglio il suo dovere, battendo per 2-1 in rimonta il Trapani e portandosi momentaneamente a cinque punti di vantaggio sul Frosinone e a otto sul Verona, che scenderanno in campo rispettivamente contro Novara e Cittadella. Vittoria non facile, visto lo svantaggio arrivato dopo soli quattro minuti, ma meritata per il grande secondo tempo giocato dai ferraresi.

Entrambe le squadre si presentano con assenze pesanti, soprattutto in attacco. Semplici schiera la coppia “obbligata” Antenucci-Finotto, mentre Calori sceglie un 433 che dimostra subito di mettere in difficoltà l’avversario, con i siciliani che nei primi minuti sono abili nel possesso palla, trovando prima la conclusione alta di Manconi e poi, dopo nemmeno quattro minuti, il vantaggio con un diagonale di Barillà sul quale Meret non sembra esente da colpe. La Spal replica subito con Schiattarella che prova ad approfittare di un pasticcio della difesa ospite, ma Pigliacelli respinge con un grande intervento. I biancazzurri non sembrano digerire al meglio né il 433 trapanese né l’orario di gioco e faticano a entrare in partita. Al 12’ ci prova Castagnetti da lontano, ma è Mora al 27’ a sfiorare il gol con un tiro-cross da posizione molto angolata che beffa Pigliacelli finendo però sul palo. Il Trapani dopo un’ottima mezz’ora arretra un po’, pur rendendosi pericoloso, come al 29’ quando Manconi da centrocampo prova a sorprendere Meret lontano dai pali. Nel finale, al 38’ forse la miglior azione spallina, con Finotto che difende bene il pallone in area e mette in mezzo per Antenucci che colpisce debolmente in area piccola.

La Spal scende in campo nella ripresa con un piglio decisamente diverso, spronata dalle parole di mister Semplici nell’intervallo. Uno dei giocatori che sembra avere una marcia diversa è Lazzari che inizia a mettere alle corde Visconti, servendo alcuni palloni interessanti in mezzo, ma calciando alto dopo due minuti da buona posizione la palla del possibile pareggio. L’1-1 arriva comunque al 55’ su un’azione in verticale, con Antenucci che, servito da Finotto, rientra sul destro e con una deviazione dell’ex Legittimo batte Pigliacelli. Il Trapani accusa il colpo e dopo tre minuti rischia di subire anche il secondo gol, con la punizione rasoterra di Schiattarella che quasi beffa il portiere siciliano. I ragazzi di mister Semplici rallentano un po’ il ritmo, rifiatando dopo il grande sforzo profuso per arrivare al pareggio, anche se gli ospiti continuano a difendersi in dieci dietro la linea della sfera. Il bel secondo tempo ferrarese, però, viene coronato al 77’ quando Schiattarella con furbizia calcia una punizione in mezzo sorprendendo la difesa avversaria, ma non Antenucci, che a tu per tu con Pigliacelli non sbaglia e trova il quindicesimo centro della sua fin qui fantastica stagione. Nel finale c’è gloria anche per Meret, con un grandissimo intervento su Manconi blinda risultato e primo posto in classifica a sei giornate dalla fine.

SPAL-Trapani 2-1 (pt 0-1)

SPAL (352): Meret; Cremonesi, Vicari, Giani; Lazzari, Schiattarella, Castagnetti (dal 22’ s.t. Arini), Mora, Costa (dal 41’ s.t. Del Grosso); Antenucci, Finotto (dal 44’ s.t. Schiavon). A disp.: Marchegiani, Gasparetto, Silvestri, Strefezza, Ghiglione, Costantini. All.: Semplici.

Trapani (433): Pigliacelli; Casasola, Pagliarulo, Legittimo, Visconti (dal 15’ s.t. Rizzato); Raffaello, Rossi (dal 37’ s.t. Curiale), Maracchi; Nizzetto, Manconi, Barillà (dal 27’ s.t. Canotto). A disp.: Guerrieri, Cason, Daì, Fazio, Ciaramitaro, Citro. All.: Calori.

ARBITRO: Sig. Sacchi di Macerata (ass.ti: De Troia e Fiore; q.to uomo: Maggioni)
RETI: 4’ p.t. Barillà (T), 10’ s.t. Antenucci (S), 32’ s.t. Antenucci (S).
AMMONITI: Visconti (T), Giani (S), Rossi (T), Pigliacelli (T), Pagliarulo (T).
NOTE: pomeriggio gradevole, campo in buone condizioni. Angoli: 6-2. Recuperi: 0′ p.t, 3′ s.t. Spettatori: 8.419

0