Rompicapo festeggiamenti, la SPAL chiarisce: nessuna iniziativa con la squadra questo sabato

La varietà di combinazioni aritmetiche e temporali che può portare in serie A la SPAL già da questo weekend ha inevitabilmente obbligato la società a ragionare su tutti gli scenari possibili per i festeggiamenti. Per questo da via Copparo è arrivato un comunicato per delineare il quadro che si presenta da qui a domenica 7 maggio: “Con le dovute valutazioni del caso e il realismo che ha sempre contraddistinto il club spallino, sono state vagliate una serie di ipotesi, in collaborazione con gli amministratori cittadini, per organizzare un momento di festa che potesse coinvolgere i tifosi all’interno del centro cittadino. Negli ultimi giorni, SPAL 2013 e Amministrazione Comunale di Ferrara, insieme alla Questura estense, hanno avuto una serie d’incontri per stabilire diverse soluzioni, tutte nel massimo rispetto delle norme di legge e di questo periodo ricco di festività. Le date individuate, che hanno avuto la soddisfazione di tutti, sono state lunedì 1° maggio e domenica 7 maggio, date uniche pur nel caso la matematica portasse ad una promozione in giorni diversi da quelli individuati. SPAL 2013 e Amministrazione Comunale ringraziano Questura e Polizia Municipale per la disponibilità, nonostante lo scarso preavviso e la possibilità di scioperi dell’impiego pubblico nella data di lunedì 1° maggio. In caso di festa nella giornata di lunedì 1° maggio, la squadra sarà attesa direttamente nel centro cittadino intorno alle ore 23, mentre nell’ipotesi di domenica 7 maggio, a seguito dell’incontro casalingo delle ore 17,30, vi sarà un mini tour del pullman della squadra in tarda serata per le strade di Ferrara con arrivo successivo in centro“.

Il presidente Mattioli, a margine della presentazione degli SPAL Camp, ha voluto chiarire meglio il concetto: “Può darsi che l’1 e il 7 non vinciamo nulla e occorra attendere il 13 o il 19. Per questioni di sicurezza non è possibile festeggiare sabato pomeriggio: ci sono delle regole e dobbiamo rispettarle. A me piace organizzare quando si vince, quindi non avrei voluto pianificare nulla, ma era giusto parlarne, soprattutto per i nostri tifosi: abbiamo dovuto concordare delle date e per farlo occorre consultare il Comune e la Questura per garantire la messa in sicurezza della città. Per domani mancavano i tre giorni di preavviso, domenica sono previste altre manifestazioni e nella giornata di lunedì avranno luogo degli scioperi. Noi ci siamo resi disponibili per lunedì sera e per domenica 7 maggio: nel caso in cui la promozione dovesse arrivare nel nostro stadio contro la Pro Vercelli sarebbe ancora più bella, ma siamo pronti ad ogni evenienza. Ora ne stiamo discutendo, ma quando sarà il momento festeggeremo sopra un palco nel centro cittadino per stare vicini ai nostri tifosi, che sono la cosa più importante”.

0