La festa si avvicina, Colombarini: Per domenica proveremo a far aprire la gradinata

Al termine di Spezia-Spal abbiamo raggiunto la dirigenza biancazzurra per un commento a caldo sulla partita. Simone Colombarini e il presidente Mattioli sono soddisfatti del buon punto guadagnato sull’ostico campo dello Spezia e si preparano ad affrontare una settimana che potrebbe essere storica.

SIMONE COLOMBARINI
“Sapevamo che sarebbe stato difficile oggi. Abbiamo giocato contro una squadra tosta e ci portiamo a casa un risultato meritato e sofferto. Questo punto è fondamentale per la nostra classifica, pensando che incontravamo un gruppo in forma, che aveva il valore aggiunto di giocare in casa, con il supporto di un pubblico molto caldo. A questo proposito, faccio i complimenti anche ai nostri tifosi, che sono stati fantastici, a tratti sembrava di essere a Ferrara. Adesso pensiamo alla prossima partita. Sappiamo che non sarà una passeggiata, ma cercheremo sempre di lottare per i tre punti. Nessuno dei nostri avversari ci regalerà mai niente, ma siamo consapevoli dei nostri mezzi e siamo ad un solo passo da un obiettivo straordinario. Per la gara con la Pro Vercelli la prevendita con tutta probabilità partirà da martedì, cercheremo di rendere disponibile tutta la gradinata ai ferraresi, perché la loro affluenza sarà davvero grande e non sono previsti grossi spostamenti da Vercelli”.

WALTER MATTIOLI
“Sono molto soddisfatto dei ragazzi, hanno giocato una bella partita contro uno Spezia forte e determinato. Peccato per l’occasione di Arini, che avrebbe potuto cambiare il risultato, ma anche questo pareggio è senz’altro positivo. Spostiamo solo la festa. L’atmosfera oggi era molto calda e noi siamo stati bravi a rimanere sereni, ci siamo comportati da primi in classifica, pensando solo al campo. Adesso aspettiamo di vedere cosa succederà lunedì sera negli altri turni, poi inizieremo a prepararci per la Pro Vercelli, una gara dove la posta in gioco per noi sarà veramente alta. Con il comunicato stampa di qualche giorno fa, in cui indicavamo gli orari dei possibili festeggiamenti in accordo con Comune e Questura, poteva quasi sembrare di peccare di poca umiltà. In realtà, era giusto informare tutta la città, senza il pensiero necessariamente rivolto alla promozione. Non abbiamo ancora raggiunto il nostro traguardo, ma è davvero ad un passo. Andiamo avanti per la nostra strada con calma e serenità. L’importante è vincere, non quando vincere”.

0