Play off alle porte, Calzolari punta sul fattore campo in gara-1: Speriamo che il PalaBoschetto ci aiuti

All’alba di una settimana molto importante per il Kaos Futsal, abbiamo incontrato Marco Calzolari, patron della società estense, per capire che aria tiri in casa dei “neri”. Partiamo da una patata bollente che la dirigenza si è ritrovata fra le mani un paio di settimane fa: ci sono novità riguardo allo scandalo dei tesseramenti irregolari dovuti alle false pratiche per la cittadinanza italiana che ha coinvolto alcuni giocatori dell’Under-21 estense? “No, al momento nessuna. Abbiamo dato mandato all’avvocato di farsi inviare gli atti dagli organi competenti per capire quali siano a tutti gli effetti le problematiche che sono sorte perché, sono sincero, siamo all’oscuro di tutto: vogliamo capire se ci sono state delle eventuali omissioni o forzature. Il Kaos Futsal, tuttora, non sa nulla di nulla. Anche se noi ci riteniamo assolutamente non colpevoli, la spada di Damocle adesso è sulla testa di chi ha firmato le pratiche. Non appena il nostro legale sarà tornato da Nola con qualche carta in mano ne sapremo di più in merito”.

Ma è tempo di parlare di futsal giocato, anche perché sabato va in scena gara-1 dei play-off Scudetto: la truppa di Andrejic, settima al termine della stagione regolare, ospita a Ferrara la Luparense, che ha chiuso al secondo posto in classifica alle spalle del Pescara. Calzolari a tal proposito è abbastanza fiducioso, perché se non altro i lungodegenti stanno pian piano recuperando la condizione migliore: “Nel finale di campionato, Coppa Italia compresa, siamo stati falcidiati dagli infortuni ma adesso mi sto rincuorando perché i vari Timm, Tuli e Fernandao sono rientrati in gruppo e si stanno allenando a pieno regime. Contro Honorio e compagni dovremo fare a meno solo di Saad, squalificato, e Vinicius, che purtroppo deve tornare sotto i ferri”.

Adesso spazio al consueto dibattito che prende piede alla vigilia di ogni serie da dentro o fuori: è una buona cosa aver la fortuna di giocare gara-1 davanti al proprio pubblico? Per il patron cambia poco o nulla, anche perché “Quest’anno in casa abbiamo avuto un rendimento molto altalenante, al limite della sufficienza in pagella e senza ombra di dubbio siamo andati meglio in trasferta. Speriamo di invertire questo trend nella partita più importante della stagione”. Match che poi sarà disputato al Pala Boschetto: “Il Pala Hilton Pharma è occupato da una manifestazione internazionale di karate. Speriamo che la nostra vecchia dimora ci porti un po’ più di fortuna e cancelli le magre prestazioni casalinghe del campionato”.

0