Stage con vista mondiale Under 20, il ct Evani chiama Meret, Pontisso e Ghiglione

Ci sono anche Alex Meret, Simone Pontisso e Paolo Ghiglione tra i convocati del ct Alberico Evani per l’ultimo stage preparatorio della Nazionale Under 20 in vista del mondiale di categoria, in programma dal 20 maggio in Corea del Sud.

I tre biancazzurri raggiungeranno il Centro Tecnico di Coverciano dopo la gara di campionato con Pro Vercelli e rimarranno lì fino a mercoledì per disputare anche un’amichevole contro i pari età del Venezuela. Come detto, sarà l’ultimo appuntamento prima della rassegna mondiale: di lì a poco il ct renderà nota la lista ufficiale dei 21 azzurrini che affronteranno la trasferta in estremo oriente.

L’Italia farà il suo esordio nel torneo con l’Uruguay domenica 21 maggio a Suwon (ore 20 locali, le 13 italiane), il capoluogo della provincia di Gyeonggi che ospiterà anche il secondo match degli Azzurrini in programma mercoledì 24 maggio (ore 17 locali, le 10 italiane), mentre la terza e ultima sfida del girone con il Giappone si disputerà sabato 27 maggio (ore 20 locali, le 13 italiane) a Cheonan. Si qualificano agli ottavi di finale le due prime classificate dei sei gironi e le quattro migliori terze.

L’elenco dei convocati per lo stage di Coverciano:

Portieri: Alex Meret (Spal), Samuele Perisan (Udinese), Andrea Zaccagno (Pro Vercelli).
Difensori: Mauro Coppolaro (Latina), Federico Dimarco (Empoli), Riccardo Marchizza (Roma), Giuseppe Pezzella (Palermo), Filippo Romagna (Brescia), Giuseppe Scalera (Fiorentina), Leonardo Sernicola (Fondi), Davide Vitturini (Pescara).
Centrocampisti: Nicolò Barella (Cagliari), Alfredo Bifulco (Carpi), Paolo Ghiglione (Spal), Rolando Mandragora (Juventus), Riccardo Orsolini (Ascoli), Matteo Pessina (Como), Simone Pontisso (Spal), Mattia Vitale (Cesena).
Attaccanti: Andrea Favilli (Ascoli), Simone Minelli (Albinoleffe), Giuseppe Antonio Panico (Cesena), Andrea Pinamonti (Inter), Luca Vido (Cittadella).

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0