Non basta la spinta degli ottomila del Mazza, la Pro Vercelli resiste e fa saltare la festa

La SPAL deve rinviare, probabilmente di sette giorni, quello che è l’appuntamento con la storia, visto che oggi al “Mazza” i biancazzurri, pur con grande generosità, non sono riusciti ad andare oltre lo 0-0 contro la Pro Vercelli e a portare a sedici i punti di vantaggio sulla quarta, che avrebbero significato promozione aritmetica già oggi. Non sono mancate le occasioni, soprattutto nel finale dei due tempi, ma come si dice in gergo oggi “la palla non voleva proprio entrare”. Clima molto teso nel finale per un gol annullato a Zigoni, in sospetto offside. Tutto potrebbe comunque decidersi sabato prossimo a Terni.

SPAL in campo con la formazione annunciata per dieci undicesimi, con Arini che vince l’unico ballottaggio della vigilia al posto di Castagnetti; la Pro, oggi in maglia rossa e con diverse assenze, sceglie invece di schierarsi a specchio, con la sorpresa Vives come difensore centrale e la coppia Morra-La Mantia davanti. Le squadre, nonostante la posta in palio elevate per entrambe, iniziano giocando a viso aperto, rispondendo colpo su colpo, anche se di occasioni chiare nei primi venti minuti se ne vedono poche, eccezion fatta per un tiro da lontano di Schiattarella. La SPAL gira il pallone, spesso in modo prevedibile, ma quando innesca Lazzari uno contro uno contro Eguelfi, sfonda puntualmente sulla destra. Succede la prima volta al 21’ e sul colpo di testa di Mora è Vives a salvare all’ultimo sulla linea. La Pro non sta a guardare però e al 28’ è Meret a dover respingere una conclusione centrale di Morra. I ragazzi di mister Semplici attaccano, ma sempre stando attenti a non sbilanciarsi troppo e producono il loro massimo sforzo negli ultimi minuti quando, ancora su un’accelerazione di Lazzari, Floccari da buona posizione calcia a botta sicura, ma non trova lo specchio della porta.

La ripresa comincia sulla falsariga di quanto visto nel primo tempo, con la SPAL a fare la partita, la Pro Vercelli che pensa un po’ più a difendersi, ripartendo meno e cercando in ogni occasione, soprattutto con Provedel, di guadagnare tutto il tempo possibile. Il primo tiro arriva così al 72’ con Floccari che ci prova dalla distanza, ma il portiere piemontese blocca senza grossi problemi. Il tempo stringe, mettendo un po’ di ansia nelle giocate ai ferraresi e la Pro cerca di approfittarne, come succede al 79’ quando Morra sorprende alle spalle Cremonesi e in diagonale colpisce il palo esterno alla sinistra di Meret. Non passano nemmeno due minuti e la punizione a giro di Eguelfi finisce poco a lato. La SPAL con poca qualità ma tanta generosità cerca comunque di far suoi i tre punti e all’84’ ha l’occasione più grossa della ripresa con Cremonesi che mette di poco alto sull’angolo di Costa. Tre minuti dopo Antenucci trova la giocata che per poco non fa crollare il Mazza: pallone lavorato sul fronte sinistro, movimento a rientrare e destro a giro che si stampa sul palo con Provedel inchiodato a guardare. Le emozioni però non sono finite lì, perché a un minuto dal termine il guardalinee sbandiera il fuorigioco di Zigoni su quello che sarebbe stato il gol promozione. Nonostante i soli tre minuti di recupero c’è anche un’occasione per Zigoni, ma finisce con un nulla di fatto e una Pro Vercelli che festeggia con grande entusiasmo. La terra promessa è lì, a portata di mano, ma richiederà un’altra settimana di cammino

SPAL-Pro Vercelli 0-0 (pt 0-0)

SPAL (352): Meret; Bonifazi, Vicari, Cremonesi; Lazzari (dal 43’ s.t. Finotto), Schiattarella (dal 29’ s.t. Schiavon), Arini, Mora, Costa; Antenucci, Floccari (dal 34’ s.t. Zigoni). A disp.: Marchegiani, Gasparetto, Silvestri, Giani, Finotto, Castagnetti, Del Grosso . All.: Semplici.

Pro Vercelli (352): Provedel; Berra, Vives (24’ s.t. Luperto), Konate; Nardini, Germano, Castiglia, Altobelli; Morra, La Mantia (dal 31’ s.t. Bianchi). A disp.: Zaccagno, Legati, Starita, Castellano, Osei, Aramu, Mammarella. All.: Longo.

ARBITRO: Sig. Di Martino di Teramo (ass.ti: Prenna e Rossi; q.to uomo: Andreini)
AMMONITI: Schiattarella (S), Altobelli (P), Eguelfi (P), Arini (S), Provedel (P), Bianchi (P).
NOTE: pomeriggio con cielo coperto e pioggia leggera, campo in discrete condizioni. Angoli: 1-4. Recuperi: 1′ p.t, 3′ s.t. Spettatori: 8.652 di cui 4.231 abbonati e 190 da Vercelli.

0