Martedì la decisione sulla trasferta di Terni, ma non sembra esserci il rischio di divieto

Già a pochi minuti dal fischio finale il pensiero di tantissimi tifosi della SPAL è volato alla trasferta di Terni per la partita in programma sabato alle 15 al “Libero Liberati”. Lì i biancazzurri potrebbero conquistare la serie A e per forza di cose la presenza ferrarese potrebbe essere massiccia.

A cinque giorni dal match è il caso di mettere in fila ciò che sappiamo e ciò che non sappiamo, a maggior ragione visto che tra domenica e lunedì si sono diffuse voci incontrollate di trasferta vietata. Decisione che non risulta assolutamente, ma che è stata ipotizzata dal presidente della SPAL Walter Mattioli nel corso di un’intervista in mixed zone ai microfoni di Telestense. Queste le sue parole nella circostanza: “Una settimana fa parlando di questa gara il questore di Terni disse di non volere tifosi ferraresi. Però so che è intervenuta la Lega di B e probabilmente ci fanno andare, magari solo quelli con la tessera del tifoso. Adesso sentiamo quanti posti ci danno, però dobbiamo aspettare. So che stanno discutendo. Non vorrei che ci vietassero il viaggio, speriamo di no. L’ingegner Longhi della Lega di B mi ha assicurato che lasceranno partire quelli con la tessera del tifoso“.

Non è possibile appurare in quali circostanze il questore di Terni abbia espresso la valutazione riportata da Mattioli, tanto che anche negli ambienti della stampa locale ternana non risulta che le questura si sia espressa in merito a possibili divieti di trasferta.
Di certo c’è che la partita Ternana-SPAL è stata inserita tra quelle “connotate da elevati profili di rischio” nella riunione dello scorso 3 maggio dell’Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni Sportive del Ministero dell’Interno e nel verbale vengono snocciolate alcune prescrizioni:

Tradotto dal burocratese: non ci sono decisioni prese preventivamente Comitato di analisi per la sicurezza delle manifestazioni sportive (che risponde al Ministero dell’Interno), ma solo dei suggerimenti al GOS (Gruppo Operativo Sicurezza), la commissione locale presieduta da un funzionario della Questura che include funzionari dei Vigili del fuoco, del servizio sanitario, della Polizia municipale e il delegato per la sicurezza del club che ospiterà l’incontro. Nella fattispecie la riunione del GOS per Ternana-SPAL è programmata per la mattinata di martedì 9 maggio.
Le “facilitazioni” menzionate nel primo punto delle misure organizzative suggerite sono sostanzialmente i programmi del tipo “Porta un amico” che consentono ai tifosi privi di tessera del tifoso di acquistare un biglietto ed entrare grazie alla collaborazione di uno che ne è munito. Oltre a questo è possibile che vengano imposte restrizioni in merito all’acquisto in loco dei biglietti.

La Ternana, attraverso i suoi canali ufficiali, ha reso note le informazioni sulla prevendita solo per i tifosi locali ed è comprensibile visto che la sorte del settore ospiti verrà decisa dal GOS di martedì mattina. Sul sito del club umbro è indicata martedì 9 maggio (ore 15.30) come data di apertura della prevendita. La conferma si ha anche dal sito ufficiale di Bookingshow, il circuito a cui la società rossoverde si appoggia per la vendita dei biglietti.

Resta poi da stabilire quanti biglietti verranno messi a disposizione. Il settore ospiti del “Liberati” può contenere anche duemila spettatori, ma in questa stagione la disponibilità massima è sempre stata fissata poco sopra quota mille. Anche in questo caso è lecito pensare che si tratti del genere di valutazione affidata al GOS.

0