Semplici, lacrime di gioia e una dedica speciale: Sono certo che papà festeggia da lassù

È un Semplici completamente zuppo per i festeggiamenti post-partita negli spogliatoi, ma decisamente felice e provato, quello che si è presentato al termine di Ternana-SPAL davanti ai microfoni della stampa. La SPAL raggiunge un obiettivo che a inizio anno era davvero impensabile e le parole del mister sono tutte in questa direzione: “Quella di oggi è una sensazione straordinaria, perché al mio arrivo c’era una situazione ben diversa, di difficoltà; col direttore e la società abbiamo lavorato per costruire qualcosa di importante, aggiungendo di volta in volta al gruppo originario giocatori consoni al progetto. È ancor più straordinario se guardiamo agli organici delle altre squadre. I miei ragazzi ancor prima che grandi giocatori quest’anno sono stati grandi uomini e questo ci ha permesso, a discapito di chi ci dava per retrocessi, di essere promossi con una giornata di anticipo. Abbiamo realizzato un sogno per la società, per i tifosi, per il mio staff che è partito dall’Eccellenza e ora voglio godermi questa festa. Dedico tutto questo alla mia famiglia, che mi è stata vicino, a mia madre e a mio padre che non c’è più, ma sapete che rapporto avevo con lui e penso stia esultando da lassù. Il rinnovo? Sarà la società a ufficializzare il come e il quando, ma c’è la voglia di continuare insieme; non ne abbiamo parlato finora perché era un momento particolare in cui non era giusto pensare al rinnovo di Semplici o di altri, ma ora ci siederemo attorno a un tavolo e valuteremo. Secondo me, la partita che forse è stata più importante in questo percorso è stata quella contro la Salernitana all’andata, perché venivamo da due sconfitte, una col Verona in casa e una a Perugia e vincere ci ha dato la consapevolezza che giocando in un certo modo avremmo potuto dire la nostra in questo campionato. Per quanto riguarda la partita di oggi, bisogna dar merito alla prestazione della Ternana, mentre noi non siamo stati la SPAL solita che si è vista nel corso dell’annata; in ogni caso è andato tutto bene e siamo strafelici così”.

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0