Giani alza la coppa sotto una curva Ovest in delirio: i biancazzurri guardano tutti dall’alto

Ora è davvero ufficiale: la SPAL, con il biglietto che vale la A già in tasca da sabato sera, ha chiuso la stagione guardando tutti dall’alto verso il basso. Un traguardo fantastico, incredibile, che ha avuto il giusto epilogo al termine della gara con il Bari, con la celebrazione della promozione e la consegna della Coppa “Ali della Vittoria” da parte della Lega B alla società biancazzurra.

A fare gli onori di casa la dirigenza biancazzurra. Mattioli applaude i risultati ottenuti dalla squadra sottolineando quanto sia stata fondamentale la spinta del pubblico, con la promessa di impegnarsi a dare il massimo anche nella massima serie. Parole al miele anche da parte di Simone Colombarini, che ha colto l’occasione per ringraziare tutti auspicando di trovare un ambiente unito anche il prossimo anno. Hanno chiuso i discorsi ufficiali i complimenti delle istituzioni, con il presidente di Lega B Paolo Bedin e il sindaco Tagliani che hanno sottolineato l’impresa compiuta dalla SPAL, unica squadra neopromossa ad essersi piazzata prima nel campionato cadetto.

La sfilata di giocatori e staff tecnico tra la Ovest e la tribuna con la salita sul solito palco, quello che a queste latitudini si era visto solo ed esclusivamente in tv e nel cielo per una manciata di secondi è stata un esplosione di coriandoli biancazzurri. Le lacrime di commozione dei presenti, bambini e anziani, sono la cartolina migliore di una notte ferrarese da incorniciare.

0