Semplici si gode il primo posto: Ce lo siamo meritati, ora scarichiamo la tensione e rilassiamoci

Maglia della SPAL addosso, medaglia al collo e un sorriso compiaciuto: Leonardo Semplici, in sala stampa, è il ritratto della soddisfazione e non potrebbe essere altrimenti. Di fronte ai cronisti il mister sottolinea i meriti dell’intera organizzazione nella conquista della serie A: “La partita di stasera ha rappresentato la chiusura perfetta di un anno perfetto. Abbiamo dato spazio ai giocatori più freschi e con più motivazioni. Chi ha giocato meno ha avuto un ruolo importante, tenendo sempre alto il livello degli allenamenti e facendosi trovare pronto. Dico un nome su tutti: Silvestri. Ha fatto un’annata straordinaria, per personalità e impegno. Qui si vede l’importanza di aver scelto bene gli uomini, prima dei giocatori. Certo, bisogna che siano bravi. Però la moralità del gruppo ha pesato tanto. Carattere e motivazioni hanno fatto la differenza, anche a fronte del 18° budget della serie B. Il primo posto? Ce lo siamo meritati. Per la storia della SPAL, del campionato e di tutti noi. E’ un piazzamento giusto per quello che abbiamo fatto. Dico la verità: sembra ieri che facevamo festa per aver conquistato la B, quest’annata è volata in fretta pur essendo stata lunga. Dico anche che sembra impossibile essere qui ora. In questi giorni sono sempre stato a Ferrara ed è stato come essere dentro a una bolla, probabilmente dovrò andare un po’ fuori per rendermi conto di quello che è successo. Le vacanze? Dico la verità: in questo momento vorrei solo urlare per scaricare la tensione. Me ne devo liberare, perché ce l’ho addosso da tante partite. Cercherò qualcosa per scaricarmi, per poi staccare veramente perché ne ho bisogno”.

0