Il blob del calciomercato del mese di maggio: in tre settimane accostati 34 nomi diversi

Inutile nascondersi: occuparsi di calciomercato, soprattutto a giugno, è un incubo. Voci, indiscrezioni, spifferi, ipotesi, invenzioni, ds e procuratori che al telefono rispondono spesso e volentieri “vediamo” e “può essere”… ma poi alla fine gran poco di concreto da raccontare ai tifosi. Il gioco delle parti tra gli addetti ai lavori crea una cortina fumogena in cui orientarsi diventa un notevole problema. A maggior ragione se ci si occupa del mercato di una neopromossa in serie A come la SPAL, che dovrà faticare più delle altre per portare a casa giocatori importanti e buoni affari. Aumenta l’esposizione mediatica, aumentano le voci, aumentano le fonti che confliggono tra di loro. In un contesto del genere, pur con tanta buona volontà, dare notizie credibili è un’impresa.

Esempio: tra quotidiani, testate specializzate, blog e pagine varie dal giorno della promozione in serie A (13 maggio) a oggi alla SPAL sono stati accostati 34 nomi diversi. Se ne avete perso qualcuno, di seguito c’è l’elenco completo che contiamo di tenere aggiornato da qui al prossimo primo settembre, su base settimanale.

In questa fase iniziale nella lista si trova di tutto: dal giocatore a fine carriera in cerca di rilancio (Cassano), al potenziale affare in uscita dalla grande squadra (Paloschi), fino alla categoria dei giocatori giovani e mano che aspettano di essere ricollocati dai top club, specie se “under”. In termini percentuali al momento dominano i centrocampisti vista l’ampiezza della categoria (dai registi agli esterni), ma ad accendere le suggestioni sono inevitabilmente gli attaccanti, a maggior ragione dopo che il dg Vagnati ha dichiarato che sarà proprio nel reparto avanzato che la SPAL punterà forte.

LA LISTA – DAL 14 MAGGIO AL 1 GIUGNO 2017
1 – Fabio Borini (att, 1991, Sunderland)
2 – Filippo Romagna (dif, 1997, Juventus)
3 – Francesco Cassata (cen, 1997, Juventus)
4 – Andrea Favilli (att, 1997, Livorno)
5 – Pol Lirola (cen, 1997, Juventus)
6 – Federico Mattiello (dif, 1995, Juventus)
7 – Nicola Leali (por, 1993, Juventus)
8 – Stefano Sensi (cen, 1995, Sassuolo)
9 – Gabriel Silva (cen, 1991, Udinese)
10 – Lucas Evangelista (cen, 1995, Udinese)
11 – Ewandro (att, 1996, Udinese)
12 – Ryder Matos (att, 1991, Udinese)
13 – Andrija Balic (cen, 1997, Udinese)
14 – Emil Hallfredsson (cen, 1984, Udinese)
15 – Leonardo Capezzi (cen, 1995, Sampdoria)
16 – Antonio Cassano (att, 1982, svincolato)
17 – Francesco Magnanelli (cen, 1984, Sassuolo)
18 – Manuel Locatelli (cen, 1998, Milan
19 – Alessandro Plizzari (por, 2000, Milan)
20 – Jelle Vossen (att, 1989, Bruges)
21 – Alberto Paloschi (att, 1990, Atalanta)
22 – Steliano Filip (cen, 1994, Dinamo Bucarest)
23 – Simone Scuffet (por, 1996, Udinese)
24 – Riccardo Orsolini (att, 1997, Juventus)
25 – Davide Di Gennaro (cen, 1988, Cagliari)
26 – Danilo Avelar (cen, 1989, Torino)
27 – Ezequiel Rescaldani (att, 1992, Talleres)
28 – Gianluca Lapadula (att, 1990, Milan)
29 – Ibrahima Mbaye (dif, 1994, Bologna)
30 – Leandro Chichizola (por, 1990, Spezia)
31 – Marios Oikonomou (dif, 1992, Bologna)
32 – Alberto Gilardino (att, 1982, Pescara)
33 – Assane Gnoukouri (cen, 1996, Inter)
34 – Luca Crecco (cen, 1995, Lazio)

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0