Non solo Lazio, Mattioli assicura: Altre due amichevoli importanti ad agosto, a Ferrara

Se non avete ancora pensato a dove andare in vacanza quest’estate o se la bilancia è ancora in perfetto equilibrio tra mare o montagna, ecco un compromesso più che accettabile che unisce persino l’utile al dilettevole. Negli uffici del “Centro Sportivo G.B. Fabbri” di via Copparo è stato presentato il programma del ritiro della SPAL in vista del prossimo campionato di Serie A e tra le mete c’è addirittura l’imbarazzo della scelta. Tarvisio prima, poi tutti ad Auronzo di Cadore, seguendo questo schema: la squadra si radunerà a Ferrara il 7 luglio, dove i giocatori svolgeranno i test medici di rito; poi partenza verso il Friuli Venezia-Giulia fissata per il giorno seguente e permanenza fino al 21 luglio, quando in serata i biancazzurri raggiungeranno la Lazio nel ritiro di Auronzo. Il rientro in città è previsto per il 3 agosto: da lì inizierà la volata finale verso il terzo turno eliminatorio di Tim Cup (sabato 12 agosto, in trasferta) e il debutto in campionato (19 o 20 agosto).

Così sono stati i diretti interessati a svelare quali date debbano essere cerchiate di rosso sul calendario e il patron Simone Colombarini ha già la carica giusta per iniziare la stagione: “Sembra ieri che il campionato di B è finito, invece siamo già qua che presentiamo la nuova stagione. Andremo ad affrontare un ritiro più lungo rispetto allo scorso anno: ci aspettano dodici giorni a Tarvisio, poi una settimana ad Auronzo di Cadore. Per le amichevoli le date ci sono già, restano solo da contattare alcuni avversari”.

A sceglierne almeno una parte sarà mister Semplici, come svela Walter Mattioli: “Se le partite con la Lazio (trofeo “Tre Cime di Lavaredo” il 22 luglio alle 17,30) e Triestina (26 luglio alle 17,30) sono già programmate, per le altre bisognerà attendere i suggerimenti del nostro mister. E’ lui che, in base alle esigenze della squadra, deciderà che tipo di formazione servirà affrontare. Il 30, però, sicuramente giocheremo al “Curi” contro il Perugia, mentre per il rientro a Ferrara stiamo preparando una sorpresa”. Il condizionale è d’obbligo, perché per vedere la SPAL al “Mazza” bisognerà attendere e sperare: “Io mi auguro che i lavori allo stadio vengano completati il prima possibile. Inutile dire che è una corsa contro il tempo e da quel che trapela dai corridoi della Lega di A sembra che la SPAL debba occuparsi anche della scelta di un nuovo manto erboso, oltre che dell’allargamento del campo. Perché il colore non va bene e comunque serve un nuovo impianto di irrigazione. Forse ne approfitteremo per installare già da ora le serpentine per il riscaldamento del terreno. Ci sono tante cose da mettere a posto per uniformarci ai parametri della nuova categoria, ma se tutto va come deve andare il 5 e l’8 agosto giocheremo in casa contro due grandi formazioni, una italiana e l’altra estera (in alternativa, unica amichevole il 6; ndr). Certo, dipenderà anche dalle decisioni della Questura di Ferrara, ma sono ottimista. Intanto, però, pensiamo al ritiro, dove speriamo di essere raggiunti da tanti tifosi che avranno a disposizione sconti e convenzioni nelle strutture ricettive locali”.

Poi la parola passa a Gianni Lacchè, presidente di Media Sport Events, che entra nel dettaglio della tappa in Cadore: “Evidentemente abbiamo portato fortuna alla squadra e questo ci fa enormemente piacere. Battute a parte, Auronzo si sta preparando al meglio per ospitare la SPAL e in ottica amichevole con la Lazio verrà costruita una tribuna da ottocento posti per consentire ai tifosi di prendere parte a questa festa. Visti gli ottimi rapporti, stiamo pensando di organizzare all’interno delle stesse strutture anche il ritiro della Primavera, vediamo che succede. Per ora concentriamoci sulla prima squadra, e con essa c’è anche la possibilità di organizzare anche un ritiro invernale. Insomma, di carne al fuoco ce n’è tanta, ma è l’appuntamento con la Lazio a scaldare i cuori degli sportivi”. Nota di colore in chiurusa: “So anche che nell’occasione i tifosi biancocelesti aspettano i ‘colleghi’ spallini per proporre loro un gemellaggio”.

A chiudere gli interventi istituzionali, Aldo Corte, direttore del consorzio Tre Cime Dolomiti: “Auronzo è in campagna elettorale quindi tocca a me portare i saluti dell’intero paese. Ci stiamo preparando al meglio per accogliere quanta più gente possibile perché per noi dev’essere motivo d’orgoglio essere sede di ritiro di formazioni sportive, non solo calcistiche. Sono tante le iniziative in agenda, alle quali potrebbero aggiungersene altre”.

Sia a Tarvisio sia ad Auronzo sono previste agevolazioni per i soggiorni dei tifosi biancazzurri. Di seguito un riassunto sintetico.

TARVISIO
– Per tutti possessori di tessera del tifoso SPAL: sconto del 10% sulle tariffe alberghiere per soggiorni di minimo tre notti, del 15% per un minimo di sette notti

AURONZO
– Per tutti possessori di tessera del tifoso SPAL: sconti del 10% sulle tariffe alberghiere insieme alla gratuità sulle attività del programma settimanale (escursioni, visite e gite in tutto il comprensorio del Cadore) più un biglietto per il Fan Bob.

0