L’impresa della promozione ora è anche su una piastrella. E comprandola si farà del bene

La promozione della SPAL in serie A non rimarrà solo tra le pagine degli almanacchi sportivi e nelle menti dei tifosi ma anche su una… piastrella. Anzi, per la precisione cinquecento piastrelle, realizzate da Ceramica Sant’Agostino con la grafica celebrativa già vista su bandiere e magliette prodotte in casa biancazzurra. Un’iniziativa che il colosso ferrarese della ceramica ha impostato assieme alla SPAL a scopo totalmente benefico, visto che i proventi della vendita saranno destinati a Città del Ragazzo e all’associazione Onlus “Vola nel Cuore”.

Alla presentazione dell’iniziativa non poteva mancare il patron Simone Colombarini, sempre attento ai risvolti sociali dell’attività della SPAL: “Da quando siamo qui a Ferrara abbiamo sempre cercato di supportare ed aiutare le associazioni di volontariato presenti sul territorio. Gran parte del merito di questa iniziativa va al nostro partner e sponsor Ceramica Sant’Agostino che coprirà interamente i costi per la realizzazione delle piastrelle: noi della SPAL ci mettiamo la faccia e prestiamo con grande piacere l’immagine alla causa. Ci tengo a sottolineare, inoltre, che il ricavato sarà interamente devoluto alle due associazioni coinvolte. Importante anche l’impegno di Sergio Floccari, testimonial dell’intero progetto, che da sempre è attivo nel campo del sociale a San Marino, ma non solo”.

Le piastrelle saranno a disposizione a partire da giovedì 15 giugno al costo di venti euro sia allo SPAL Store, sia nello showroom di Ceramica Sant’Agostino a Sant’Agostino. Filippo Manuzzi, che di Ceramica Sant’Agostino è l’amministratore delegato, ha raccontato che la produzione è iniziata la mattina stessa del 13 maggio, in barba a ogni scaramanzia: “Eravamo talmente preoccupati che il progetto è stato classificato top secret all’interno dell’azienda e solo quattro persone erano a conoscenza dei dettagli. Per noi è motivo d’orgoglio legare la nostra azienda alla SPAL e quest’evento storico, a maggior ragione in occasioni come queste, in cui c’è un risvolto benefico”.
Anche Giuseppe Sarti – direttore de La Città del Ragazzo – ha voluto raccontare un retroscena, dopo aver spiegato brevemente in quali campi opera l’istituzione: “Il legame di amicizia con la SPAL dura da tanti anni e per noi ha un grande valore. Basti pensare che anche in questa stagione ci sono stati alcuni giocatori (tre, i nomi sono rimasti riservati) che sono venuti ogni settimana a fare volontariato per aiutare i ragazzi del Centro Perez, che si occupa soprattutto del recupero di persone con disabilità acquisita. Il tutto senza pubblicità, anteponendo quindi la persona al personaggio pubblico. E’ sempre bello sapere che i primi della classe hanno la sensibilità di aiutare chi è stato meno fortunato nella vita”. Proprio gli ospiti del Centro Perez hanno realizzato delle cornici in legno su misura per le piastrelle celebrative, che possono essere visionate al centro sportivo “G.B. Fabbri” e acquistate presso la Città del Ragazzo.

Importante anche l’iniziativa di “Vola nel Cuore”, una onlus di volontariato pediatrico presente a Ferrara e attiva da oltre un decennio. Tiziano Menabò, uno dei responsabili, ha spiegato come sarà investito il denaro raccolto dal progetto benefico: “I ringraziamenti alla SPAL e a Ceramica Sant’Agostino sono d’obbligo, grazie alla loro iniziativa potremmo acquistare una pedana che faciliterà la salita a cavallo di bambini affetti da disabilità fisica e non. Questa pedana permetterà ai nostri ragazzi di svolgere l’importantissima ippoterapia, di conseguenza aiuterà la nostra onlus a lavorare ancora meglio e ad ottenere altri risultati importanti”.

foto di Alessia Ietro

0