Radiomercato del 16 giugno: tutti i rumours attorno alla SPAL delle ultime 24 ore

Il tre di luglio, giorno di apertura ufficiale del calciomercato estivo 2017, si avvicina rapidamente e non c’è da sorprendersi se le indiscrezioni sui trasferimenti iniziano a moltiplicarsi. Verificare tutto richiede tempo, ma anche leggere cento link (di cui molti con notizie di seconda e terza mano) può essere frustrante. Così abbiamo deciso di offrire ai nostri lettori una rapida panoramica quotidiana sui rumours delle 24 ore precedenti, disseminate tra le decine di fonti che stanno riportando notizie di mercato. Questo non implica necessariamente la loro veridicità, ma può aiutare a tenere d’occhio eventuali sviluppi.

16 giugno 2017

ALBERTO PALOSCHI (attaccante, 1990, Atalanta)
Le cronache dei giorni scorsi indicavano Paloschi ormai promesso sposo del Chievo, visti soprattutto in trascorsi in gialloblu, ma stando a quanto riportato da Gianluca Di Marzio la SPAL sarebbe ancora in corsa e avrebbe piazzato il sorpasso per il centravanti di scuola Milan. L’operazione è complicata, ma non impossibile (ne avevamo parlato qualche giorno fa)

DAVIDE BIRASCHI e ANDREA BEGHETTO (difensore e centrocampista, entrambi 1994, Genoa)
Indiscrezione che va riportata soprattutto per far capire il livello di accuratezza di certe sparate. Calciomercato.com ha ipotizzato infatti uno scambio Vicari-Biraschi, con eventuale inserimento del prestito di Beghetto. Il fatto che Vicari venga definito “esterno a tutta fascia” ideale per il 343 di Juric, che Ferrara sia collocata in Romagna e che la SPAL sarebbe pronta a “riaccoglierlo a braccia aperte” dice già molto. Che Vicari possa interessare ad altre squadre di serie A non ci piove, ma che la SPAL possa scambiarlo per avere un altro difensore – mai impiegato nella scorsa stagione – sembra abbastanza assurdo.

VINCENZO FIORILLO (portiere, 1990, Pescara)
Secondo Tuttomercatoweb la SPAL rimane in corsa per il portiere del Pescara (9 presenze, 15 gol al passivo nella scorsa stagione), malgrado la concorrenza del Benevento.

FRANCESCO CASSATA e ALBERTO CERRI (centrocampista e attaccante, 1997 e 1996, Juventus)
Luca Marchetti di Sky Sport ha riportato un interesse della SPAL per Cassata, centrocampista appena rientrato dal prestito ad Ascoli (36 presenze, 1 gol) e addirittura Alberto Cerri, attaccante già visto in biancazzurro nel corso del girone d’andata, prima del trasferimento a Pescara. Alle dipendenze di Zeman l’attaccante ha segnato 2 gol in 13 apparizioni. Ma sembra strano che la SPAL possa essere interessata a un suo ritorno.

FEDERICO MATTIELLO (centrocampista, 1995, Juventus)
Sempre dalla Juventus e sempre secondo Sky Sport, la SPAL avrebbe chiesto informazioni su Federico Mattiello, promettente esterno di centrocampo reduce da due stagioni all’insegna della sfortuna più nera. Nella stagione 2014-2015 andò in prestito al Chievo, giocò 5 partite e si fratturò il perone in un contrasto con Nainggolan. Dopo la lunga riabilitazione il ritorno, nella stagione 2015-2016, ancora con la maglia del Chievo: una partita (contro il Genoa), poi un grave infortunio patito in allenamento con conseguente lungo stop. Nell’ultimo anno la Juve ha preferito tenerlo a Torino, portandolo in panchina qualche volta ma senza mai impiegarlo. In compenso ha giocato 7 partite del campionato Primavera.

 

bonus track
YUTO NAGATOMO (difensore, 1986, Inter)
Giovedì è circolato un articolo di Sportal.it dal titolo: “Spal-Nagatomo: se ne è discusso”. Tutti gli utenti che hanno aperto il link hanno poi scoperto che non c’era alcuna notizia: a discuterne non sono state né le società né i procuratori, bensì stati tre collaboratori di Sportal durante una diretta Facebook in cui era possibile fare domande. L’accostamento è nato proprio da una domanda di un utente. Tutto per un pugno di clic.

LINK alle edizioni della settimana:
* 14 giugno
* 15 giugno

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0