Dagli ultras un plauso alla società e un invito alle istituzioni: Più azioni concrete per la SPAL

A poche ore dalle novità sulla campagna abbonamenti, con i ritocchi al ribasso decisi dalla SPAL, è arrivato un altro comunicato di Curva Ovest Ferrara. Gli ultras plaudono alla scelta della società e indirizzano un appello alle istituzioni. Di seguito il testo integrale:

Riconoscere i propri errori è segno di grande intelligenza, soprattutto se il riconoscere l’errore comporta uno sforzo economico che però va in favore del rapporto umano con la tifoseria e con la città. Sappiamo benissimo che i nuovi prezzi sono ancora alti se paragonati alla media nazionale, ma riteniamo che la nuova campagna abbonamenti, che mostra più attenzione anche verso le famiglie e i bambini, rappresenti realmente una richiesta di aiuto alla città sostenibile e lecita. Ricordiamo a tutti che non abbiamo di fronte costruttori edili in cerca di lottizzazioni a basso costo da cementificare o trasformisti improvvisati in cerca di discariche da ricoprire di pannelli fotovoltaici. Di fronte abbiamo persone che da sempre, a margine di un’attività che è incompatibile ad intrallazzi con l’amministrazione comunale, coltivano la passione per il mondo del calcio. Persone che stanno investendo molto su beni pubblici cittadini come il nostro stadio Paolo Mazza e come il Centro Gibì Fabbri, investimenti che avranno una ricaduta benefica sulla città per gli anni a venire. Anche per questo motivo è obbligatorio che ora, l’amministrazione comunale e tutto il mondo politico ferrarese comincino a spendersi concretamente in prima persona, non attraverso l’investimento di denaro pubblico che sappiamo bene essere insufficiente anche per affrontare le emergenze sociali di un momento storico critico, ma cercando di coinvolgere maggiormente il tessuto economico ferrarese incentivando soggetti privati a dare un maggiore supporto a una società che si appresta ad affrontare un campionato che porterà lustro e visibilità alla nostra città. Deve finire il tempo dei post su Facebook per strappare un paio di consensi nei momenti critici e cominciare il tempo dell’impegno concreto. Questo lungo preambolo è doveroso perché vogliamo chiarire fin da subito che, come era scritto anche nel nostro precedente comunicato di ferma e dura critica verso la precedente campagna abbonamenti, la stima e la gratitudine verso questa società, questa presidenza e questa proprietà, non sono mai venute meno. Dispiace invece constatare che l’imbecillità di taluni sia sfociata in offese e attacchi di tipo personale dai quali fermamente ci dissociamo e che comunque riduciamo a semplici e isolati (ma purtroppo rumorosi) episodi di stupidità. Gli idioti in cerca di visibilità non sono i benvenuti nella nostra curva. Fatevi un esame di coscienza prima di scegliere il settore in cui sottoscrivere l’abbonamento: la nostra memoria è ancora buona e i nostri occhi sempre vigili. Questo momento di confronto del tifo con la società, deve essere vissuto da tutti, non come un aneddoto sul quale continuare a muovere sterili critiche, ma come un momento di reale crescita da cui uscire ancora più forti e ancora più uniti: squadra, società, tifoseria, città.  Ora affronteremo le vittorie così come le sconfitte uniti, compatti e determinati, solo così, comunque vada, usciremo da un momento storico che attendavamo da mezzo secolo, da vincitori!

FORZA S.P.A.L.!

Curva Ovest Ferrara
Otto Settembre”.

0