Federico Poli riabbraccia la 4 Torri: Qui mi sento a casa, sono felice di essere tornato

È un volto noto quello che in casa 4 Torri è chiamato a sostituire Leonardo Di Renzo nel ruolo di libero. Dopo l’ufficializzazione del centrale Luca Smanio torna infatti a vestire la maglia granata anche Federico Poli, reduce dall’esperienza a Monselice.

Il giocatore ferrarese, cresciuto tra le mura della città, ha salutato la società estense nel 2013 per approdare a Monselice, con la quale ha preso parte alla serie B tra il 2013 ed il 2015. Dopo un anno passato in Norvegia con la NTNUI volleyball (squadra militante nella massima serie norvegese), il libero è tornato nuovamente in terra veneta, contribuendo all’impresa di Monselice come titolare per tutta la stagione: “L’ultimo anno a Monselice è andato benissimo. Sono tornato a giocare per la terza stagione: quest’anno abbiamo saputo costruire giorno per giorno una squadra unita e bella da vivere anche dal punto di vista umano. Il quarto posto in Serie B è stato uno dei migliori risultati degli ultimi trent’anni per la società. Peccato per i playoff, siamo andati davvero vicini all’obiettivo. Ora però sono felice di poter tornare a casa”.

Federico aveva tentato il rientro a Ferrara già lo scorso anno, ma l’accordo sfumò con la conferma di Leonardo Di Renzo. Oggi ha finalmente avuto la sua grande occasione: le sue parole non nascondono nemmeno per un secondo l’entusiasmo nei confronti di questa nuova avventura: “Ferrara è la mia società, lo dico a prescindere dalle questioni tecniche quali la proprietà del cartellino o le trattative. Volevo tornare a casa perché mi piace questo ambiente, ci sono cresciuto. Sono contento di poter ricominciare a condividere la mia passione con amici e parenti, che potranno tornare a vedermi senza dover viaggiare come hanno fatto finora. Giocare di nuovo al Palasport sarà una grande emozione, sono davvero contento. Ogni giocatore deve poter partire per vedere come funziona il volley nelle altre città e negli altri paesi del mondo. La Norvegia ad esempio gioca una pallavolo leggermente ‘veneta’: c’è meno attenzione alla tecnica, ma moltissima considerazione della forma e della prestazione fisica del giocatore. Sono contento delle mie esperienze, ma sono ancora più contento di poter tornare a giocare ed a tifare Ferrara”.

Entusiasmo anche nei confronti di compagni ed allenatore: “Sono felice delle conferme di questi ultimi giorni e di poter nuovamente giocare con alcuni ex compagni di squadra, oltre che con i nuovi che presto arriveranno. Ho già parlato e sento regolarmente coach Martinelli: mi sembra sembra preparato e carico per la stagione che sta per cominciare. Stiamo allestendo una buona squadra dal punto di vista tecnico ma anche umano: valuteremo più avanti la nostra forza, quando terminerà il periodo di mercato. Per adesso credo che Porto Viro stia allestendo una squadra di livello, così come Monselice che sta puntando a rafforzarsi, poi ovviamente ci sarà da tener conto dell’alto livello competitivo delle modenesi”.

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0