Chi è Lorenzo Polvani, il difensore che la SPAL ha prelevato (a sorpresa) dal Pontedera

Il nome di Lorenzo Polvani fino ad oggi non era mai emerso tra quelli accostati alla SPAL. Eppure il ds Vagnati con un blitz ha prelevato il giovane difensore del Pontedera, che giovedì sarà a Ferrara per firmare ufficialmente il contratto. Con buona pace dell’Ascoli, che da tempo faceva la corte al centrale classe 1994. Nativo di Pistoia, Polvani ha iniziato con la squadra della sua città prima di passare alla Fortis Juventus in serie D. Con i biancoverdi, neanche diciannovenne, affrontò la Real Spal da avversario nella sciagurata stagione 2012-2013. Nel 2014 è passato al Pontedera alla corte del duo Indiani-Giovannini e lì ha messo in mostra tutto il suo talento, rimanendo per tre stagioni. 62 presenze e 2 gol dice il bilancio consuntivo, con in mezzo un grave infortunio al legamento crociato del ginocchio, brillantemente superato. Nell’ultimo campionato Polvani è stato un punto fermo della difesa granata, tanto da attrarre le attenzioni di diversi club.

Alto 188 centimetri, si tratta di un difensore che fa della prestanza fisica la sua arma migliore. Destro naturale, pur giovanissimo si è sempre contraddistinto per continuità di rendimento. Elemento ideale per ricoprire il ruolo di centrale di centrodestra nella difesa a 3, occasionalmente può disimpegnarsi anche da terzino destro nella linea a 4. Chi lo conosce lo descrive come un ragazzo a modo e un professionista esemplare.

Polvani si aggregherà al gruppo della prima squadra a Tarvisio per essere valutato da mister Semplici. Non è da escludere un prestito in cadetteria per permettergli di proseguire il suo percorso di maturazione. In cambio del difensore toscano la SPAL ha ceduto in prestito tre giocatori al Pontedera: l’esterno Posocco (96, già visto all’opera in Lega Pro), il mancino di difesa Mastrilli (97, recentemente prelevato dal Gozzano in serie D) e il difensore centrale Ferrari (98), uno dei pilastri della Primavera 2016-2017 allenata da Roberto Rossi.

foto dal sito ufficiale dell’US Città di Pontedera

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0