La carica dei 300 di Ascom: battezzato il nuovo SPAL Club, è già il secondo per dimensioni

Lo SPAL Club Ascom Ferrara è appena nato ed ha già stabilito un record: con i suoi 300 iscritti è già il secondo più grande tra i 34 affiliati al Centro Coordinamento SPAL Club. Un bel risultato sottolineato dal direttore Davide Urban nel giorno della presentazione della nuova associazione. Da oggi anche i commercianti e i piccoli imprenditori del turismo, del commercio e dei servizi possono trovare casa per il proprio tifo.

“E’ una grandissima  soddisfazione – spiega Valentina Ferozzi presidente del coordinamento SPAL Clubs dal 2001 – non solo perché si aggiunge un altro numeroso club alla grande famiglia dei supporters spallini. Ma sopratutto perché questa realtà nasce da una prestigiosa associazione di categoria come Ascom Confcommercio e quindi questo testimonia l’attenzione ed è la prima volta che accade di una vicinanza concreta e di una chiara fiducia in un progetto, in un sogno divenuto realtà, portato avanti dalla famiglia Colombarini e dal presidente Mattioli e coronato dal ritorno in serie A”.

“E’ giusto accompagnare i biancazzurri in questa grande avventura – commenta Giulio Felloni, presidente provinciale Ascom Confcommercio Ferrara e del neonato Club -, e lo Spal Club Ascom Ferrara vuole essere un modo ulteriore per rinsaldare il legame tra imprenditori e società. Un’occasione per cementare il supporto alla squadra ma anche per aumentare la vicinanza verso la società, considerato che la Spal, ancor più quest’anno, può rappresentare un motore economico per la città e per le aziende stesse”.

Le iscrizioni allo Spal Club Ascom Ferrara sono sempre aperte presso gli stessi uffici di Ascom in via Baruffaldi 14. Presidente, all’esito della costituzione del club, è stato eletto lo stesso Felloni: i vicepresidenti operativi saranno Matteo Faccini (Ferrara Store) e Alberto Succi (Succi Carni). Nel direttivo saranno presenti Filippo Orlandini (Locanda Borgonuovo), Simone Zannini (LinkTours) ed Andrea Andreasi (Neno Abbiagliamento), coordinati dal segretario Massimo Ravaioli (Ascom).

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0