Calendario, Mattioli stuzzica subito Lotito: Proveremo senz’altro a fargli un dispetto

Presente negli studi di Sky per la cerimonia di compilazione del calendario di serie A, Walter Mattioli non si è lasciato scappare l’occasione di stuzzicare Claudio Lotito sul confronto della prima di campionato. Interpellato dalla presentatrice di Sky, ha infatti commentato così la prima giornata: “Non vedo l’ora che arrivi il venti agosto per fare un dispetto a Claudio Lotito, questo sicuramente. Non so se ci riuscirò però ci proveremo (ride). E’ una grande emozione essere qui e aver portato la SPAL in Serie A dopo 49 anni, ma penso che questa società e la città di Ferrara se lo siano meritati. Siamo felici ed emozionati: non vediamo l’ora di iniziare, poi guarderemo come andrà a finire”.
Simone Colombarini invece ha offerto le sue impressioni a margine dell’amichevole contro la Triestina giocata ad Auronzo di Cadore: “Esordiamo all’Olimpico, contro la Lazio, dove proveremo a prenderci la rivincita per l’amichevole persa qui. Ci mancano ancora una ventina di giorni e cercheremo farci trovare pronti. Le trasferte saranno difficilissime in avvio, mentre al Mazza arriveranno Udinese e Cagliari, ma a noi poco importa: proveremo a fare punti ovunque e sempre, dove possibile, cercando di mettere in difficoltà anche le squadre più forti”.

Sul test contro gli alabardati di Sannino: “L’obiettivo di queste partite è trovare l’affiatamento tra i giocatori. Oggi abbiamo giocato contro una squadra che sicuramente farà un buon campionato nella sua categoria, domani ne avremo un’altra dello stesso livello e cercheremo di mettere in pratica gli schemi che proviamo durante la settimana. Abbiamo visto in campo una squadra per tutta la partita senza cambi, probabilmente domani vedremo giocatori diversi al fine di mettere i novanta minuti nelle gambe un po’ a tutti. Chiaramente un po’ di brillantezza è mancata. Nel primo tempo la Triestina è partita meglio e ci ha messo in difficoltà, poi abbiamo preso le misure e non abbiamo più rischiato, per poi tenere il pallino del gioco per tutto il secondo tempo. Certo, ci si aspettava qualche schema in più in fase di possesso, e invece non siamo riusciti quasi mai a liberare un giocatore davanti al portiere. Nonostante tutto sono comunque soddisfatto, considerando globalmente il percorso che stiamo facendo, dal punto di vista atletico i giocatori ci sono, ma in questa fase un po’ di freschezza e di velocità può mancare”.

 

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0