Un anno dopo si torna al Curi: stasera l’amichevole col Perugia, c’è Cerri tra gli ex

Come cambiano le cose nello spazio di appena un anno: il 3 agosto 2016 la SPAL faceva visita al Perugia allo stadio “Curi”, nei panni della neopromossa che sfidava una squadra costruita appositamente per l’alta classifica. Finì 1-0 per i padroni di casa. Oggi ci torna ancora da neopromossa, ma in serie A, mentre il Grifo è alle prese con un nuovo progetto tecnico dopo l’eliminazione in semifinale playoff per mano del Benevento.

Con l’ascesa di Christian Bucchi in serie A alla guida del Sassuolo, il club umbro ha scelto di ripartire da Federico Giunti che del Perugia è stato giocatore ed allenatore delle giovanili. Curiosamente, l’ex centrocampista tra le altre del Milan, ha fatto lo stesso percorso di Bucchi, arrivando dalla Maceratese in Lega Pro. A disposizione ha un organico abbastanza somigliante a quello dello scorso anno, anche se il cantiere è ancora aperto e nei giorni scorsi il presidente Santopadre ha dichiarato che mancano all’appello ancora quattro acquisti.

Finora sono arrivati alla corte di Giunti i difensori Zanon (Ternana) e Casale (Hellas Verona), i centrocampisti Rizzo (Vicenza), Emmanuello (Atalanta) e Bandinelli (Sassuolo), gli attaccanti Frick (figlio d’arte, SCR Altach), Song Hyok Choe (svincolato) e l’ex di turno Alberto Cerri (Juventus).
Nel blocco dei confermati diversi punti di forza dell’organico 2016-2017 come il trio difensivo Del PreteBelmonteVolta, l’esperto centrocampista Brighi e gli attaccanti Di Carmine, Guberti e Mustacchio.
Non ci sono più invece altri elementi di valore visti all’opera con la maglia del Grifo, che erano di proprietà di altre squadre. Tra questi Dezi (Napoli, finito poi al Parma), Gnahoré (Napoli, finito al Palermo), Forte (Inter, ora allo Spezia), Nicastro (Pescara), Ricci (Roma, ora alla Salernitana) e Mancini (Atalanta). L’esterno Di Chiara – cercato anche dalla SPAL a giugno – è stato acquistato dal Benevento.

Il calcio d’inizio di Perugia-SPAL allo stadio “Curi” è in programma alle 20.30. Non è prevista copertura televisiva in diretta, mentre una diretta radiofonica dovrebbe essere garantita da TifoGrifo. LoSpallino.com terrà una pagina aggiornata in tempo reale, con tabellino e azioni salienti.

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0