Svelati i numeri di maglia per la serie A: tra conferme e sorprese, restano liberi il 3 e il 9

Nuova stagione, nuova numerazione di maglia. La SPAL ha presentato nella serata di venerdì la lista dei numeri dell’intera rosa a disposizione e non mancano le sorprese. Alcuni sono rimasti fedeli al numero portato sulla schiena durante la trionfale stagione di serie B (Antenucci 7, Floccari 10, Vicari 23, Schiattarella 28, Lazzari 29), altri invece hanno deciso di cambiare. Meret passa dalla 1 (ceduta a Gomis) alla 97 (l’anno di nascita), mentre Mora rinuncia al 19 e si appropria del 20 lasciato libero dall’amico Castagnetti. Cambio anche per Gasparetto che prende il 5 che fu di Giani, lasciando la 2 a Oikonomou. Il greco ha scelto di mettere il nome di battesimo sulla schiena. Tra i nuovi, Paloschi prende la 43 ormai marchio di fabbrica, Viviani opta per il 77 nell’impossibilità di strappare la 7 ad Antenucci, mentre Grassi adotta un curioso 88.

Per il momento rimangono liberi due numeri molto interessanti: il 3 e il 9. Vengono tenuti in caldo per un paio di colpi di mercato last-minute? A quanto pare sì, non resta che aspettare per i rispettivi proprietari…

LA LISTA COMPLETA:

Alfred Gomis: 1 Gomis
Marios Oikonomou: 2 Marios
Mariano Arini: 4 Arini
Daniele Gasparetto: 5 Gasparetto
Michele Cremonesi: 6 Cremonesi
Mirco Antenucci: 7 Antenucci
Alessandro Bellemo: 8 Bellemo
Sergio Floccari: 10 Floccari
Mattia Finotto: 11 Finotto
Pa Momodou Konate: 12 Konate
Federico Mattiello: 14 Mattiello
Sauli Aapo Vaisanen: 15 Vaisanen
Giacomo Poluzzi: 17 Poluzzi
Eros Schiavon: 18 Schiavon
Luca Mora: 20 Mora
Luca Rizzo:22 Rizzo
Francesco Vicari: 23 Vicari
Lorenzo Polvani: 26 Polvani
Felipe Dias Dalbello: 27 Felipe
Pasquale Schiattarella: 28 Schiattarella
Manuel Lazzari: 29 Lazzari
Filippo Costa: 33 Costa
Alberto Paloschi: 43 Paloschi
Federico Viviani: 77 Viviani
Alberto Grassi: 88 Grassi
Gabriele Marchegiani: 92 Marchegiani
Alex Meret: 97 Meret

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0