Biancazzurra, rossa e nera con Castello: ecco le maglie della SPAL per la serie A 2017-2018

Nell’afoso pomeriggio ferrarese la SPAL ha scelto la fresca location dell’Imbarcadero 2 del Castello Estense per presentare le maglie che verranno indossate nella serie A 2017-2018.

Alla conferenza sono intervenuti il responsabile del marketing di Macron, Gianluigi Colisi Rossi e il presidente biancazzurro Walter Mattioli, che con soddisfazione ha dichiarato di “aver personalmente contribuito alla scelta dei modelli e dei materiali utilizzati, creando tre kit dal look davvero innovativo. La classica maglia casalinga abbiamo cercato semplicemente cercato di renderla più bella, – ha detto Mattioli – mentre per quella da trasferta abbiamo optato per un colore già visto in passato. La terza, invece, credo che sia il vero fiore all’occhiello perché richiama in maniera significativa la storia di Ferrara. La maglia storica con i laccetti, molto amata dagli appassionati di calcio di tutta Italia, la riproporremo a ottobre, per festeggiare i 110 di storia”.

Per quanto riguarda la maglia che la SPAL indosserà fra le mura dello stadio ‘Paolo Mazza’ non sono necessarie chissà quali descrizioni: Macron, infatti, ha ripreso quella che fin dai primi anni Sessanta è la tradizionale divisa spallina caratterizzata da righe biancazzurre sottili. Il colletto è a polo, bianco, con sotto ricamato il nome SPAL. Il kit “home”, vestito da Antenucci, è completato da pantaloncini e calzettoni bianchi.

Quella da trasferta è rossa con l’aggiunta di due strisce, una bianca e una azzurra, verticali che scorrono parallele dalla spalla sinistra fino al bacino. Il collo pure in questa versione è a polo, sempre di colore bianco, come i bordi delle maniche. Il kit “away”, mostrato alla stampa da Lazzari, è monocromatico: pure i pantaloncini, come i calzettoni, sono rossi.

La terza maglia, invece, è completamente nera, eccezion fatta per il collo (alla coreana) e il bordo delle maniche che presentano dettagli biancazzurri. Ma la particolarità è la stampa sublimatica realizzata sul davanti: all’altezza del bacino, a partire da destra si intravede il Castello Estense, simbolo di una città intera. Il kit “third”, indossato da Vicari, oltre alla maglia ha anche i pantaloncini e i calzettoni neri.

Per i portieri la SPAL e Macron hanno scelto un look fluorescente: Meret ha indossato il completo (maglia, pantaloncini e calzettoni) giallo, mentre Gomis quello tutto verde, dalla testa ai piedi.

I tre kit saranno in vendita dopo l’11 agosto nello SPAL Store di Via Voltapaletto.

 

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0