Antenucci al Brescia? Vagnati liquida le voci: Trattativa che non esiste, Mirco rimane con noi

L’arrivo di Massimo Cellino ai vertici del Brescia (serie B) ha ridato spinta alle voci di mercato inerenti alle Rondinelle, anche perché il nuovo patron ha già dichiarato di voler fare una sorta di rivoluzione per rendere competitiva la squadra. Secondo gli addetti ai lavori che si occupano del Brescia nella lista della spesa dell’ex proprietario di Cagliari e Leeds c’è anche Mirco Antenucci, uno dei punti di forza della SPAL. A giudicare dalle cronache locali, Cellino farebbe leva sulla conoscenza con Antenucci visti i suoi trascorsi positivi a Leeds.

Ma prima ancora che la notizia potesse attecchire seriamente, il ds biancazzurro Vagnati ha voluto buttare sul fuoco la metaforica secchiata d’acqua gelata: “Ho letto da qualche parte questa storia e voglio chiarire che c’è niente di vero. Antenucci è della SPAL e rimane un nostro giocatore, anche perché lui è il primo a voler restare. Qui sta benissimo e stamattina si è raccomandato che ribadissi la sua volontà. Per cui non andrà da nessuna parte, posso garantirlo”.
Per il resto Vagnati ha rimarcato ancora una volta ciò che è già noto: prima le cessioni e poi i nuovi arrivi. Le partenze di Finotto, Arini e Gasparetto, oltre al più che probabile prestito di Polvani, libereranno spazio per almeno tre innesti. Due di questi arriveranno in attacco. “Bisogna avere pazienza – ha detto il ds – e soprattutto evitare di esporsi troppo, in modo da evitare che i prezzi vadano alle stelle”.

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0