Si inizia a fare sul serio, Martelossi soddisfatto del roster: Abbiamo un gruppo duttile

Prima di dirigere il primo allenamento della stagione coach Alberto Martelossi si è presentato in sala stampa, accompagnato dal direttore sportivo Alessandro Pasi. Insieme hanno tirato le somme della movimentata estate del Kleb Basket Ferrara.

Inevitabilmente la conferenza si è aperta con una domanda su Mike Hall, il cui acquisto ha accesso ulteriormente l’entusiasmo dei supporters estensi. “Ma siamo davvero sicuri che abbia firmato?” ha chiesto ironicamente Pasi prima di confermare ulteriormente l’ingaggio dell’esperto americano. “A parte gli scherzi Hall era quello che volevamo, non tanto per il pedigree, quanto per le caratteristiche, tecniche e morali. Si è dimostrato carico, motivato dal progetto e ha dato grande disponibilità a livello contrattuale. Voleva rimanere in Italia”. Ma il dirigente ex di Bologna non ha avuto l’intenzione di prendersi tutto il merito dell’operazione: “Voglio ringraziare la società per gli sforzi economici fatti e lo staff tecnico, da Alberto ad Andrea, per quello che siamo riusciti a fare. La sinergia con la quale abbiamo lavorato è stato fondamentale per raggiungere quello che avevamo pensato quando ci siamo incontrati a inizio estate: un roster pressoché completo all’alba del ritiro, formato da giocatori duttili e versatili. Non mi piace fare proclami, pensiamo ad onorare la maglia e a lavorare sodo. Adesso non mi resta che dire: ‘Pronti, partenza, via!'”

Poi la palla è passata in mano a Martelossi, che ha suddiviso il suo intervento in tre argomentazioni ben precise: una personale, con la quale ha ribadito ancora una volta di volta di “provare un immenso piacere nel tornare a lavorare a Ferrara, nonché una grossa soddisfazione al momento di partire ufficialmente con la stagione”, una rivolta allo staff tecnico per “ringraziare Alessandro per aver concluso delle operazioni di mercato, mettendomi a disposizioni un roster di grande spessore”. E una per la squadra, che gli è servita per precisare alcune cose: “E’ impossibile centrare al 100% tutti gli obiettivi di mercato che si sono concordati a tavolino, credo che nemmeno Ettore Messina ci riesca. Ma sono molto contento della squadra, perché è duttile. Il che ci permette di ovviare al problema di non avere una rosa non lunga in relazione al campionato e alle avversarie più accreditate per la vittoria finale”. L’allenatore friulano ha descritto la sua idea per sopperire ad alcune lacune che inevitabilmente il Kleb presenta nei confronti delle formazioni che partono favorite ai nastri di partenza: “Il vento in A2 sta cambiando: adesso la fisicità la fa da padrona sulla tecnica, l’atletismo e l’ordine sul talento. Per vincere spesso serve più organizzazione degli altri, lasciare il meno possibile al caso per ottenere il risultato. Ci vuole equilibrio e non prime donne. Posso contare su giocatori che nella loro carriera hanno sempre fatto registrare cifre considerevoli a rimbalzo, dobbiamo avere fame di prendere il pallone”. E alla fine non chiude completamente il mercato: “Occhi ancora aperti, nel caso ci possa essere un’occasione da cogliere al volo”.

Il roster attualmente a disposizione di coach Martelossi: Cortese, Fantoni, Moreno, Venuto, Molinaro, Panni, Rush, Hall. Aggregati dalla Vis: Tydey, Mancini, Drigo, Brilli, Caselli e Kekovic.

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0