Riaperto lo SPAL Store, Mattioli conferma la trattativa per Borriello e parla di altri 3 acquisti

Un Walter Mattioli di ottimo umore si è presentato venerdì mattina all’inaugurazione dello SPAL Store in via Voltapaletto: “Mi sembra di essere a un matrimonio, d’altra parte siamo veramente felici e soddisfatti, siete venuti qua in tanti e lo sapete che siete voi a darci la forza per andare avanti. Siamo ad un passo dall’inizio del campionato e di cose ne sono già capitate tante cerchiamo sempre di fare tutto con il cuore, seriamente e nel migliore dei modi, poi se qualcosa non va cerchiamo di rimediare”.
Il riferimento al caso Specchia appare evidente, ma l’attenzione è stata immediatamente dirottata sul tema del giorno: con capitan Mora e Sergio Floccari a fare da modelli, le nuove divise della SPAL conquistano i tifosi e c’è chi urla “Quella nera è stupenda!” talmente forte che Mattioli si sente in dovere di puntualizzare “Proprio con quella nera esordiremo domenica in campionato”. E giù applausi.

Ma ovviamente non si poteva sorvolare sui temi caldi degli ultimi giorni, come le voci di mercato che riguardano Antenucci e Borriello, ed ecco che il presidente si fa serio: “Antenucci al momento è ancora un giocatore della SPAL, in questo momento si sta allenando come tutti gli altri e con lui stiamo solo discutendo sul da farsi; ha certe esigenze e deciderà lui stesso cosa fare. Con Borriello stiamo facendo delle chiacchiere, è un giocatore che da spostare non è semplice, sapete che stiamo cercando un attaccante di spessore, è uscita la notizia del nostro interessamento e non posso certo dire che non è vera, ma ripeto: al momento stiamo solo parlando con l’agente del giocatore e nulla di più. Comunque durante la prossima settimana vedremo di concludere gli affari che abbiamo in predicato, ovvero oltre a Bonazzoli, con cui siamo ai dettagli, chiuderemo per un attaccante, un centrocampista e un difensore”.

Inevitabilmente l’attenzione si è poi spostata sull’imminente esordio in campionato: “Al momento sono sereno e ottimista, poi domenica sarò sicuramente meno tranquillo, ma penso sia normale. Per me sarà la prima esperienza in serie A, così come lo sarà per molti giocatori. Alcuni cercheranno rilancio, altri la riconferma, comunque sarà un’esperienza nuova ed entusiasmante. Il gruppo non è ancora affiatatissimo, ma ha lavorato molto bene durante l’estate e andremo a giocarcela fino in fondo, anche se sappiamo di trovare una grande squadra e la partita sarà difficilissima”. Osservato speciale sarà l’ex di turno Sergio Floccari (83 presenze e 21 gol con i biancocelesti), per lui Mattioli ha riservato grandi parole: “Sarà molto motivato, ma lui è sempre molto motivato, oltre ad essere un grandissimo campione è un uomo speciale, che dal suo arrivo ci ha sempre meravigliato”.

Presente all’inaugurazione dello Store anche Alessandro Crivellaro, direttore commerciale della SPAL, a cui abbiamo strappato un battuta chiedendo quante maglie verrebbero vendute in caso di ingaggio di Borriello: “Ah, tante… ma dovesse arrivare, non credo verrebbe per quello”. Crivellaro è anche tornato sul tema del main-sponsor sulle maglie: “Sono mesi che stiamo lavorando alla ricerca di sponsor. Ora abbiamo trovato la collaborazione con Interspar per le prime tre partite di campionato, poi si vedrà, è possibile tutto, anche che si prosegua con loro, oppure con altre aziende. Stiamo lavorando sia con realtà locali che nazionali. La serie A offre la possibilità di cambiare main sponsor anche ad ogni partita e questo può accadere, certamente non rimarremo mai senza sponsor sulla maglia, c’è sempre Vetroresina che giustamente ogni tanto potrebbe comparire. Si tratta di un discorso molto articolato, perché le aziende all’inizio dell’anno solare compilano un bilancio preventivo e oggi siamo a metà dell’anno, per cui non è facile trovare sponsorizzazioni; sicuramente da metà stagione, con l’arrivo del 2018, sarà più semplice trovare partners”.

Infine abbiamo raccolto anche le impressioni della gente comune, dei vari tifosi che si sono accalcati alla ricerca delle prime magliette ufficiali. C’è chi ha acquistato la classica prima maglia a righe biancazzurre, definendola stupenda, chi aspetta l’arrivo della stagione fredda per fare incetta di abbigliamento invernale, chi ha comprato oggettistica come marsupi e borselli e chi addirittura attrezzatura tecnica come una giacca da allenamento. Da notare che alla domanda “ad oggi la compreresti la maglia di Antenucci?” c’è chi ha esitato parecchio a rispondere, ma alla fine la risposta è stata sempre positiva. Il livello di soddisfazione e di entusiasmo tra i clienti era ben evidente e non si sono lesinati complimenti al nuovo sponsor tecnico: un tifoso è persino arrivato a dire che la dotazione di quest’anno è talmente bella che la comprerebbe anche se non fosse marchiata SPAL. Da citare, infine, un meritevole supporter spallino di Torino che, come ogni anno, è arrivato dal capoluogo piemontese solamente per l’appuntamento dell’inaugurazione dello Store. Se non è amore questo…

 

ha contribuito Luca Armari

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0