Allenatori a confronto. Semplici: Ce la siamo giocata a viso aperto. Inzaghi: SPAL ben messa

Il punto portato via dall’Olimpico soddisfa mister Semplici, mentre il collega Inzaghi mastica inevitabilmente amaro per la sua Lazio. Ecco le impressioni dei due tecnici in sala stampa.

LEONARDO SEMPLICI
“Abbiamo fatto la partita che avevamo preparato contro una squadra in forma come la Lazio. I ragazzi hanno messo in campo grande coraggio e personalità. Nel primo tempo abbiamo avuto anche qualche occasione per sbloccare l’incontro. Ce la siamo giocata a viso aperto e non era semplice, ma i ragazzi hanno messo in mostra grandi valori. E’ un pareggio che ci soddisfa e ci deve dare convinzione nei nostri mezzi, perché in molti ci danno già come retrocessi. Se continuiamo con questa intensità e determinazione possiamo toglierci grandi soddisfazioni. Mercato? Sono arrivati Borriello e Salamon, arriverà qualche altro rinforzo in difesa e a centrocampo, ma dobbiamo rispettare un budget e aspetteremo le ultime occasioni. Nel frattempo dobbiamo crescere dal punto di vista dell’identità di squadra e nei singoli. Non siamo venuti qui per fare le barricate, anche se qualcosa sul piano della fisicità agli attaccanti e ai centrocampisti della Lazio abbiamo concesso, ma, ripeto, con questa personalità possiamo dire anche noi la nostra”.

SIMONE INZAGHI
“Abbiamo sbagliato troppo a livello tecnico. La SPAL inizialmente si è chiusa nella propria metà campo, poi è ripartita provando a fare la partita con giocatori svelti nelle ripartenze e di esperienza lì davanti. Non è stata la Lazio di Supercoppa. Keita? Prima si risolve questa questione meglio è. Mancavano Felipe Anderson, Keita, Lucas Leiva che sono giocatori importanti e abbiamo fatto fatica a livello di velocità del giro palla e qualche sbaglio tecnico. Fortunatamente i nostri difensori hanno tenuto sulle ripartenze,  contro un’ottima SPAL ben messa in campo. Volevamo iniziare con i tre punti, ma non facciamo drammi”.

 

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0