Arriva il via libera ufficiale: SPAL-Udinese si giocherà al Mazza, attesa per la prevendita

La commissione ha detto sì. SPAL-Udinese si giocherà regolarmente al “Paolo Mazza” di Ferrara domenica alle 20.45 e segnerà il ritorno della serie A in città dopo 49 anni. La lunghissima riunione (oltre 5 ore) tenuta mercoledì pomeriggio proprio all’interno dello stadio ha avuto esito positivo, di fatto confermando le sensazioni positive già emerse nel primo incontro andato in scena lunedì. A dare l’annuncio tanto sospirato è stato l’assessore ai lavori pubblici Aldo Modonesi, attraverso un post sul suo profilo Facebook.

Il parere favorevole fornito oggi dalla commissione è di carattere provvisorio, mentre l’agibilità definitiva arriverà solo quando il cantiere sarà chiuso al 100%, quindi con l’installazione delle nuove torri faro. Alcuni lavori devono ancora essere completati del tutto, ma si confida di completarli senza intoppi da qui a domenica. La configurazione del Mazza avrà ancora qualche tratto di provvisorietà un po’ come accadde per SPAL-Vicenza di un anno fa.
Giovedì è in programma la riunione del GOS (Gruppo Operativo Sicurezza) legata alle questioni di ordine pubblico: una volta conclusa potrebbe arrivare il via libera anche alla vendita dei biglietti.

Sia dalla SPAL sia dall’amministrazione comunale sono stati declinati gli inviti ad esprimere un commento ufficiale sulla situazione: ogni considerazione è rinviata ad una apposita conferenza stampa programmata per venerdì alle 12.30, con tutta probabilità allo stadio. Nell’occasione verranno anche svelati i tatti principali del futuro intervento che nell’estate 2018 porterà il “Paolo Mazza” a 16mila posti.

 

 

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0