Il saluto di Gasparetto alla SPAL ed a Ferrara: Sono stati tre anni magici, lascio tanti amici

Nel giorno del suo passaggio ufficiale alla Ternana, Daniele Gasparetto ha voluto rivolgere un ultimo pensiero alla SPAL, ai suoi tifosi ed a quella che per tre anni è stata la sua città. Il difensore ha pubblicato nella mattinata di giovedì un post attraverso la sua pagina Facebook per condividere le proprie emozioni.

 

Purtroppo è arrivato un giorno che non avrei mai voluto arrivasse. È stato un onore vestire questa maglia per 3 anni. Ringrazio tutti per come avete accolto me e la mia famiglia a Ferrara.  Ho conosciuto persone fantastiche e instaurato amicizie vere, che di certo non finiranno per qualche chilometro di distanza. Mi sono sentito apprezzato come calciatore, ma ancor di più come uomo, cosa per me ancora più importante. Ringrazio tutti i compagni che ho avuto in questi 3 anni, tutti mi hanno insegnato qualcosa e tutti hanno dato il proprio contributo per raggiungere il paradiso della serie A. Ringrazio la società SPAL: il presidente Mattioli e la famiglia Colombarini, persone più uniche che rare nel mondo del calcio; il direttore, per avermi voluto a Ferrara e il mister, per lo splendido percorso fatto assieme; tutte le persone che lavorano dietro le quinte (il grande Marchino, la dottoressa e tutti gli altri) sempre disponibili e fondamentali per la squadra. Ringrazio tutti i tifosi spallini, in particolar modo la Curva Ovest Ferrara, determinante per i risultati e commovente nei miei confronto nel “saluto” nella partita con il Chievo (bentornato al tuo posto PV!). Infine, ringrazio Ruggero Ludergnani, senza di lui probabilmente non sarei mai venuto alla Spal perdendomi questi 3 anni magici. Ora per me inizia una nuova avventura a Terni, dove andrò, come sempre, con il massimo impegno ed entusiasmo! – Daniele – #ForzaSPAL #ciaoFerrara #nuovaavventura #ForzaFere“.

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0