Prevale la diplomazia, gli ultras revocano lo sciopero in presenza di garanzie della società

Quasi 24 ore di incontri e contatti telefonici ha fatto tornare il sereno tra gli ultras e la società: lo sciopero annunciato venerdì è stato revocato. I dettagli sono stati spiegati dagli stessi esponenti di Curva Ovest con un comunicato pubblicato su Facebook. Di seguito il testo integrale:

“Nella giornata di oggi abbiamo ricevuto le dovute garanzie da società e proprietà che entro la prossima partita in casa il problema del posizionamento dello striscione ‘Non camminerai mai sola’ sarà risolto. Garanzie che nei giorni scorsi non erano arrivate e che ci avevano spinto nella giornata di ieri a prendere una posizione dura e decisa e soprattutto molto sofferta, perché i primi a volere il tifo sugli spalti siamo noi! Noi che da sempre lo organizziamo e che ci facciamo in quattro da decenni affinché possiate godere tutti dello spettacolo della Ovest! Ora che queste garanzie sono arrivate è con grande piacere che torneremo a fare quello che ci riesce meglio: tifare dal primo all’ultimo minuto e oltre per sostenere la nostra squadra e i nostri colori. Lo striscione ‘Non camminerai mai sola’, per questa partita, sarà appeso alla ringhiera e rivolto verso la curva per ricordare a tutti la nostra identità e l’amore per i nostri colori. La coreografia prevista verrà sospesa fino a quando lo striscione tornerà nella sua naturale collocazione perché non potremmo tollerare di vedere in tutta Italia immagini della nostra curva e dei nostri colori incorniciati da sponsor e con l’assenza forzata del nostro vessillo. Raccomandiamo alla società, al fine di mantenere il rapporto positivo instaurato fino a questo momento, di informarci preventivamente sulle questioni che riguardano i tifosi in modo da evitare spiacevoli e tardivi rattoppi agli errori commessi come accaduto in questa occasione e recentemente sul prezzo degli abbonamenti e sul ‘caso’ Specchia, persona non gradita e che deve essere velocemente e ufficialmente allontanata dalla S.P.A.L. e da Ferrara. Ai quattro coglioni da tastiera che fanno sempre scorrere a sproposito le dita, raccomandiamo di ricordare bene questo momento e di avere, in futuro, più fiducia sulle nostre capacità di confrontarci, di far valere le nostre ragioni, di difendere la dignità di ogni tifoso, dal primo all’ultimo, compresi loro! FORZA S.P.A.L.!”.

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0