Bondi ancora in fase di rodaggio, vince Verona. Martelossi: Siamo un po’ acciaccati

Si è vista una Bondi un po’ imballata nel primo test amichevole casalingo contro la Tezenis Verona, utile per mettere minuti nelle gambe e oliare gli ingranaggi della squadra di coach Martelossi, orfana di Erik Rush, fermato da una contrattura.

E’ capitan Cortese a firmare i primi punti casalinghi del Kleb in questa stagione, con un appoggio in transizione, ma la partenza di Ferrara non è buona a causa della pressione scaligera sui portatori di palla. Il parziale di avvio è di 2-14 in favore degli ospiti, con Green e Udom a segnare canestri facili dopo le palle perse di Ferrara. A poco serve il primo time out di Martelossi, in aggiunta anche Verona smette di segnare con continuità, così il primo quarto termina con il risultato di 5–21 con una tripla di Visconti allo scadere.
Il secondo periodo, dopo l’azzeramento del punteggio, si apre con una bella difesa degli estensi, che forzano la Tezenis a commettere infrazione di 24 secondi. La tripla di Panni e l’appoggio in solitaria di Moreno, dopo un recupero, danno il via a dieci minuti più equilibrati dove Hall e Fantoni lavorano bene nell’area avversaria. L’americano della Bondi regala due bei palloni per i canestri di Molinaro e Cortese, con il secondo che pochi possessi dopo aggiunge un gioco da tre punti grazie ad un numero circense. Ferrara sembra poter controllare la situazione, ma gli ospiti rimontano lentamente e sorpassano sul 20-23 con sei punti in fila di Visconti. I giocatori di Dalmonte sembrano poter portare a casa anche il secondo quarto, ma Cortese trova una gran tripla allo scadere per il 25-25.

La terza frazione inizia con due triple per parte, firmate da Molinaro e Cortese per quanto riguarda il Kleb, e prosegue in sostanziale equilibrio fino al 10 pari fatto registrare a metà del tempo. A differenza dei precedenti minuti lo spettacolo non è esaltante, circostanza anche prevedibile in una delle prime amichevoli della stagione. Alla fine sono gli ospiti a prevalere con il punteggio di 17-20.
Nei primi minuti dell’ultimo quarto Cortese trova un bel canestro tagliando dietro la schiena del giovane Visconti, autore comunque di una buona prestazione, poi subentra un po’ di stanchezza e di confusione nelle scelte di entrambe le squadre, che però non rinunciano mai alla pressione sul portatore di palla. Si vede anche qualche colpo per il pubblico, come un bel passaggio dietro la schiena di Panni e una tripla da nove metri di Cortese. L’ingresso dei giovani di Verona accompagna anche l’ultimo periodo alla sua conclusione, che si concretizza a favore di Ferrara (23-19).

Dopo il match abbiamo raccolto un breve commento di coach Martelossi: “Sono soddisfatto, nonostante non abbia impressioni positive perché siamo acciaccati: in molti questa sera hanno giocato stringendo i denti. Ma quando si decide di spingere tanto in preparazione è normale. Dobbiamo migliorare la continuità difensiva e oliare gli schemi offensivi. Non siamo ancora brillanti a tutto campo. Però in transizione abbiamo creato buoni tiri, adesso lavoriamo per essere produttivi durante tutto l’arco dei quaranta minuti. Comunque è stato un buon test perché c’è stata molta aggressività, così i giocatori capiscono come sarà il campionato. Ora pensiamo alla prossima settimana che sarà molto impegnativa”.

Bondi Ferrara – Tezenis Verona 70-85
(5-21,25-25,17-20,23-19)

BONDI FERRARA: Petronio,Mancini, Drigo 2, Hall 14, Fantoni 13, Molinaro 8, Cortese 20, Venuto, Sorrentino 2, Panni 7, Moreno 4. All.: Martellossi.

TEZENIS VERONA: Dieng 8, Green 11, Visconti 13, Jones 7, Guglielmi 4, Oboe 2, Maganza 8, Palermo 3, Nwohocha 5, Udom 15, Ikangi 9. All.: Dalmonte.

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0