Mattioli in collegamento a 4-4-2: Andiamo a San Siro a testa alta, ci sentiamo competitivi

Dopo i primi quattro punti ottenuti nelle prime due giornate la SPAL continua ad attirare l’attenzione dei media nazionali. Ad essere invitato a prendere parola è questa volta Walter Mattioli, in collegamento telefonico durante la puntata odierna di 4-4-2, trasmissione in streaming targata Sportmediaset.it e condotta da Laura Fanara.

Per rompere il ghiaccio, il presidente esordisce con un breve commento sul periodo straordinario attraversato dalla città di Ferrara: “E’ senza dubbio un grande momento. Abbiamo fatto delle cose incredibili, passando in pochissimo tempo dalla C2 alla A. Il pubblico è veramente vicino sia alla squadra che alla società”.
Dopo un inizio di campionato così, non si può fare a meno di parlare di previsioni future in termini di classifica. “Abbiamo una squadra competitiva per quello che è l’obiettivo salvezza e un allenatore che finora ha dimostrato di essere bravissimo. I punti dovranno arrivare in casa nostra, ma ogni domenica noi scenderemo in campo con l’obiettivo di giocarcela. Anche a San Siro i ragazzi sanno che partita dovranno affrontare. Ci saranno tanti campioni, ma noi non ci presenteremo col cappello in mano. Cercheremo anzi di metterli in difficoltà”. Poi, un aneddoto sul calendario a tratti in salita ripida: “Oltre alla partita con l’Inter, dopo la sfida col Cagliari, abbiamo una dietro l’altra Milan e Napoli. Recentemente ho incontrato Marotta (amministratore delegato Juve) e gli ho chiesto scherzosamente se in questi tre match avremmo fatto 6 o 7 punti. Lui spera di sì per noi. Io penso ho qualche certezza in meno”.

Puntuale la domanda su Borriello: “E’ stata un’occasione e l’abbiamo colta. Serviva una punta di spessore per completare la squadra e alla fine è arrivato lui. Si è inserito benissimo nel gruppo, mostrando subito quali sono le sue immense qualità. Quello che mi ha piacevolmente sorpreso è che ho avuto modo di conoscere un professionista straordinario”. Infine una domanda sul VAR: “Io sono favorevole. Parlando almeno per quanto riguarda il mio club, finora ha permesso di fare chiarezza su episodi chiave. Spetterà comunque agli arbitri farne l’uso migliore”.

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0